San Marino. Se il coprifuoco è alle 22.00 perché non chiudere i ristoranti alle 22.00 o poco prima? … di Gianluca Francioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Non che io abbia la sfera magica o la soluzione, sicuramente però, queste ultime scelte attuate, non sembrano migliorare le cose.
    Partiamo da una domanda
    Secondo voi perché aperti a pranzo e chiusi alla sera ? Ore 18.00 bar e ristoranti chiudono.
    Ma il coprifuoco è alle 22.00.
    QUINDI ?
    Mi rispondo da solo: forse perché l’attività delle mense è importante ? E dato che le mense sono parallele alla ristorazione non ci poteva essere negata anche a noi questa possibilità del pranzo ?Forse …
    Ma veniamo ai protocolli:
    1) distanziamento interpersonale
    2) 4 persone a tavolo
    3) 1,5 metri da tavolo a tavolo
    4) gel sanificante all’ingresso
    5) mascherine quando ci si alza o si va in bagno
    6) disinfezioni dei tavoli
    7) massima attenzione in tutto
    Tutto questo sia a pranzo sia a cena
    QUINDI ?
    Se il coprifuoco è alle 22.00 perché non chiudere i ristoranti alle 22.00 o poco prima ?
    Esempio dalle 19.00 alle 21.45 noi ristoratori e bar potremmo servire l’ultimo pasto di giornata e rientrare almeno delle spese per poter pagare le nostre scadenze.
    Invece siamo qui a fare i conti per chi pagare e chi lasciare indietro sempre in attesa di sapere se ci verrà rimborsato qualcosa o cancellato qualche pagamento.
    Entrando in un qualsiasi supermercato o in un qualsiasi negozio di grandi dimensioni si vedono tante persone alla cassa, in fila, gente che tocca prodotti in mostra. Allora mi chiedo, tutta questa attenzione solo per bar e ristoranti?
    Forse perché è difficile controllarli ? Io non credo sia così
    Però ancora non capisco
    Sarebbe bello che USOT-UNAS-OSLA ecc si facessero spiegare il perché di tali discriminazioni e disparità.
    Gianluca Francioni