San Marino. Segreteria Esteri risponde a Giornalesm su ”l’affaire Schlitzer” e il premio Assisi Pax conferito al decaduto Sds Renzi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Riceviamo e pubblichiamo

    Precisazioni in merito all’assegnazione del Premio Assisi Pax

    In relazione a recenti notizie circa presunti collegamenti tra il conferimento di incarichi di advisory e il conseguimento del premio Palma d’Oro Assisi Pax, La Segreteria di Stato per gli Affari Esteri smentisce categoricamente ogni relazione tra i fatti citati.

    A tal proposito è opportuno sottolineare che il conferimento dell’incarico in questione è avvenuto in seno al Congresso di Stato, originariamente nello scorso mese di marzo 2019, su proposta della Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio al fine, come si può evincere dalle Delibere stesse, di avviare con lui una collaborazione in qualità di advisor indipendente in ambito economico-finanziario.

    In secondo luogo, va evidenziato che il Professor Giuseppe Schlitzer non è stato invitato alla cerimonia di conferimento del Premio Palma d’oro Assisi Pax dalla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri, ma che certamente ha presenziato in qualità di Vice Direttore Vicario dell’Istituto Internazionale Jacques Maritain. L’Istituto, fondato nel 1974, collabora con numerose organizzazioni internazionali e ospita dal 1999 la Cattedra UNESCO in materia di “Pace, Sviluppo Culturale e Politiche Culturali”.

    Infine, con rammarico, alla Segreteria di Stato per gli Affari Esteri preme sottolineare come notizie destituite di ogni fondamento come quella in questione ledono l’immagine e la reputazione della Repubblica agli occhi degli osservatori esterni, oltre che delle prestigiose organizzazioni internazionali coinvolte nelle vicende citate.

     

    Repubblica di San Marino, 3 gennaio 2020

     

    Leggi anche:

    San Marino. Clamoroso! Il decaduto Segretario Renzi riceve il premio sulla pace da Assisi ma nella delegazione c’era anche chi dopo 17 giorni ha preso 19.000 euro di consulenze dal governo sammarinese.