San Marino. Severini a Gian Nicola Berti: ”Non gettare fumo negli occhi delle gente! Hanno già visto i video originali”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Risposta a GN Berti.

    Ho sempre considerato Gian Nicola Berti come un carissimo amico, sia perché mi piace il suo carattere simile al mio, per la sua spiccata intelligenza, perché siamo amici di famiglia e sia perché ci unisce la passione politica. Ma oggi ha difeso l’indifendibile e si è espresso nei miei confronti in termini poco onorevoli; ci sono modi e modi di porsi e di dire le cose.

    Proprio per questo non infierirò più di tanto, ma la querela, anche se mi dispiace moltissimo e ripeto moltissimo, sono costretto a farla lo stesso perché quello che ha detto è diffamatorio ed in alcune parti non corrisponde a verità.

    E’ strano comunque vedere Gian Nicola fare comunicati stampa a difesa di qualcuno; l’ultima volta sempre a difesa della Di Bona per la storia vergognosa dei pizzini in Tribunale. Veramente vergognosa.

    Devi sapere Gian Nicola, che ho chiesto sin dal giorno dopo la conferenza stampa di Marco Arzilli, copia del video al Tribunale. Ma mi è stato risposto, ed ho le prove, dal Magistrato di Bona in maniera negativa; la motivazione era perché non ero parte in causa; strano perché sono stato archiviato.

    Ho reiterato la richiesta nel giorno seguente, ieri, e solo in tardo pomeriggio mi è stata data la possibilità di disporre del fascicolo, che pubblicherò sul Giornale.sm, integralmente. Ma vi erano dei problemi nel concedermi il video, in quanto il Tribunale non ha l’attrezzatura (e gli amici di Berti spendono 2,5 milioni di Euro per il Moto Gp) per trasformare in cd un video ripreso con formato analogico ”Mini-DV”.

    A quel punto mi sono fortemente arrabbiato ed ho cominciato ad urlare, fuori di me, dentro il Tribunale. Immediatamente mi hanno concesso di riprendere con il mio Iphone il video da Cinepresa; infatti l’audio è basso ed il video di scarsa qualità.

    Sono quattro video e i primi tre sono stati pubblicati nella notte e non ce la facevo più a caricare l’ultimo che parla di costi di una Srl, e che è il meno importante e che nel video di Bellano non compare. Ma lo caricherò nel pomeriggio. Si sa che io non nascondo mai nulla, a differenza di altri.

    Per me prima di tutto la VERITA’.

    Ho già fatto richiesta alla Di Bona che me lo ha concesso. di avere copia integrale di tutto il video dove ci sono pause dovute alle attese dei due giornalisti che ovviamente non ho messo. Ma che ci saranno nel video integrale, e che pubblicherò.

    Ma la sostanza non cambia.

    MARCO SEVERINI ha dimostrato nei confronti della sua comunità di essere un UOMO ed un PROFESSIONISTA ONESTO. Altri hanno detto delle menzogne e per questo saranno puniti severamente. Non ha caso nel video ho detto NO alla gestione del Nero, e NO alle società di comodo/cartiere. Si al pagamento delle tasse a San Marino si alla LEGALITA’, quella che tanto si è riempita la bocca e ne ha fatto il proprio emblema il movimento NOI SAMMARINESI.

    Faccio una riflessione. Perché Gian Nicola non ha attaccato David Oddone che ha portato quel giornalista di Exit sotto il mio ufficio solo per screditare me e quindi la Repubblica? Come mai verso Oddone non parte un’iniziativa del Tribunale per Vilipendio? o dato che è passato del tempo una causa civile?

    Un uomo, caro Gian Nicola, non deve prendere iniziativa per difendere l’indifendibile ma deve schierarsi con la VERITA’, che è quella del video originale pubblicato su Giornale.sm, e non quello artefatto di Bellano-Exit.

    Lunedì dopo aver studiato tutte le 150 pagine del fascicolo n.701/2010 Exit faremo una conferenza stampa, con presenti i miei legali, ed inviteremo solo quelle testate che non riceveranno querele da parte mia per aver detto che pubblicizzavo come fare le cartiere e le società di comodo, cosa falsa.

    In tale conferenza stampa chiederemo le DIMISSIONI del Segretario Marco Arzilli ed un incontro con la Reggenza per intraprendere serie azioni nei confronti di chi ha calunniato me e svergognato, con menzogne, il paese. Prenderemo iniziative forti che vogliono portare la correttezza e la moralità nel paese.

    I comportamenti alla Severini – termine molto diffamatorio – sono, caro Gian Nicola, quelli della gente onesta che viene diffamata dai Ministri di questo paese che non riescono nemmeno a vedere un video.

    Un video che mi ha scagionato e che ha fatto capire alla gente come stanno le cose.

    Tu, conoscendoti, avresti tirato giù il monte.

    MI spiace veramente tanto, ma ti devo querelare.

    Marco Severini