San Marino. SILENZIO E RISPETTO ALMENO AL CIMITERO … di un lettore

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Riceviamo e pubblichiamo

E’ ormai molto diffuso l’utilizzo dei soffiatori a scoppio per la pulizia dei marciapiedi e giardini, da parte degli operatori ecologici.
Pur capendo la velocità con cui si può operare, resta da valutare il danno ecologico e sanitario che nuvole di polvere con Pm10 e residui di pneumatici, creano alle persone all’ambiente ed anche agli stessi operatori.
Inoltre i soffiatori a scoppio emettono un rumore superiore ai 65 decibel, obbligando gli operatori all’uso delle cuffie, ma non risparmiando il resto della popolazione.
Pur lamentando da tempo questo dilagante e non regolamentato utilizzo, (spesso soffiano polveri su abitazioni, orti, ecc. ecc.) ieri durante una visita al Cimitero di Montalbo ho dovuto subire il frastuono del soffiatore (utilizzato per la pulizia dei vialetti) per tutto il tempo.
Questo mi sembra davvero troppo. La visita ai nostri cari defunti è ormai uno dei pochi momenti di raccoglimento che non può essere tormentato da un soffiatore a scoppio, solo per velocizzare il lavoro di chi volendo di tempo ne ha a sufficienza.
Spero che almeno R.I.P. valga ancora qualcosa, e resti la sacralità del silenzio, almeno al Cimitero.
Un vostro lettore.

P.S. Spero che chi ne è responsabile prenda provvedimenti.
A tal proposito allego il link di un articolo de Il Giornale.
http://www.ilgiornale.it/news/rivolta-contro-i-soffiatori-sono-dannosi-salute.html

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com