San Marino. Socialisti: ”Legalità, trasparenza e cooperazione fiscale per un nuovo modello di sviluppo”

Schermata-2014-02-19-alle-11.56.27-565x221L’esigenza di realizzare un nuovo modello di sviluppo basato su legalità, trasparenza e cooperazione fiscale, è condivisa da tutti gli attori politici, economici e sociali.

Chi pensa che con la sola uscita dalla black-list si possa miracolosamente materializzare la ripresa, è del tutto fuori strada. La normalizzazione del rapporto bilaterale italo-sammarinese, infatti, è un punto di partenza, non di arrivo. Per favorire l’insediamento di nuovi investimenti e di nuove attività imprenditoriali è necessario delineare i fattori di competitività su cui impostare la nuova San Marino.

È proprio su questo terreno che il Patto per San Marino, prima, e San Marino Bene Comune, poi, hanno dimostrato di non avere idee, facendo accumulare al Paese pesantissimi ritardi. Troppo spesso ci si è nascosti dietro all’affermazione “fino a quando ci si trova in black-list, è difficile delineare le prospettive sul piano economico e finanziario”. Il risultato ora e’ evidente a tutti: San Marino è uscito dalla black-list, ma ancora non ha avviato il processo di ricostruzione della propria economia.
Sostanzialmente, sei anni consecutivi di governo impegnati ad inseguire costantemente le emergenze, ma pochissime le risposte concrete fornite per dare una prospettiva di rilancio seria, credibile e sostenibile.

E’ stato perso troppo tempo. Altri tentennamenti non sono tollerabili. E’ arrivato il momento di voltare pagina sul piano politico avviando immediatamente il processo di riforme strutturali di cui necessita il Paese.
Occorre una scossa riformista.

Per questo il Partito Socialista presenterà pubblicamente una piattaforma politica e programmatica su cui delineare la rinascita politica, economica, sociale, morale e culturale della nostra Repubblica. Una visione di società progressista in cui scuola e sanità vengano garantite a tutti; la libertà di iniziativa imprenditoriale sia considerata un valore irrinunciabile; la gestione del territorio miri alla qualità della vita dei cittadini; i processi decisionali siano rapidi e l’amministrazione pubblica si misuri con la cultura del merito e dei risultati; i diritti fondamentali delle persone vengano riconosciuti e tutelati.

L’appuntamento è per venerdì 28 febbraio p.v. alle ore 21, presso la sala Montelupo della Casa del Castello di Domagnano, con la Conferenza Programmatica “La Via Riformista”. In tale occasione verrà illustrato il progetto “Il Paese delle Opportunità – Destinazione 2024”.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

San Marino, li 23 febbraio 2014

Ufficio Stampa Partito Socialista

  • Le proposte di Reggini Auto