San Marino soddisfatta di non essere più nella Black List

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il governo di San Marino ha espresso soddisfazione per l’inserimento della Repubblica nella “Grey List” ma gli altri paesi europei inclusi nello stesso elenco manifestano la loro contrarietà per i metodi adottati e protestano formalmente, anche se annunciano impegni ed accordi per uscire al più presto dalla situazione. Lo fa il Lussemburgo, che per voce del suo primo ministro, Jean Claude Juncker lamenta il mancato coinvolgimento ma anticipa l’intenzione di negoziare accordi sulla doppia tassazione per uscire presto dalla lista. La stessa cosa ha fatto l’Austria, che si metterà all’opera per soddisfare le richieste internazionali mentre il Belgio fa sapere di aver scritto a 48 paesi dell’Unione Europea e dell’OCSE per concludere rapidamente dei protocolli. Contesta i metodi anche la Svizzera che mette in evidenza il rispetto degli impegni e dichiara di essere disposta al dialogo. Ed è durata solo qualche ora l’inclusione dell’Uruguay nella lista nera: l’Ocse ha deciso di togliere Montevideo dall’elenco dopo che le autorità del paese sudamericano hanno reso noto di aver adottato formalmente gli standard di trasparenza richiesti dell’organizzazione.

    fonte: Rtv San Marino