San Marino. Sul teatro Concordia. Una lettrice: ”Ma perché dobbiamo sempre fare gli scimmiottamenti a metà?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Riceviamo e pubblichiamo

    Sabato 11 gennaio, bel film al teatro Concordia in Borgo, affluenza di pubblico tripla rispetto al solito. Bene.
    Ma… un fenomeno strano si sta verificando: tutto il pubblico si è costipato nel piccolo loggione e nella parte alta delle gradinate, forse vorrà godere dei 25’ di temperatura? Le gradinate basse sono semivuote e completamente vuota è la platea.
    Non sembra proprio che questa dislocazione sia su base volontaria, anzi .. i mugugni sono evidenti, in molti contestano il nuovo metodo di assegnazione dei posti: lo fa il computer su base casuale al momento dell’acquisto!
    Da tutto ciò nasce una certezza: chi lo ha pensato non è un frequentatore delle sale cinematografiche!

    PS. Se si fosse voluto imitare le multisale dei dintorni si sarebbe dovuto istituire anche la prevendita online che permette la scelta dei posti.
    Ma perché dobbiamo sempre fare gli scimmiottamenti a metà?

    Una lettrice