San Marino. Taglio pini marittimi in Via Paolo III°. L’Ass.Porta del Paese organizza per domani mattina (ore 07.30) un SIT-IN

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

E’ stato organizzato per LUNEDI’ 4 MARZO 2019 alle ore 7.30 presso l’arco dell’imbocco di Via Paolo III il SIT-IN contro il taglio di 14 pini marittimi e 2 tigli.

Giovedì scorso è stata avviata una raccolta firme che sarà presentata lunedì mattina alla Eccellentissima Reggenza. L’istanza chiede di prevedere il salvataggio degli alberi in salute e la ripiantumazione di quelli eventualmente abbattuti, almeno nella parte alta della via in cui non è più prevista vegetazione.

La presentazione del piano particolareggiato per l’opera di riqualificazione di via Paolo III ha evidenziato un intervento lacunoso e frammentario; il marciapiedi non copre l’intero percorso che da viale Donna Felicissima sbuca sullo stradone e resta scoperta proprio la parte più impervia e più frequentata: quella che Porta Nuova (l’arco di Piazza Sant’Agata) porta verso la Chiesa dei Capuccini che è raggiunta da centinaia di fedeli. Non è neppure chiaro come mai solo nel marciapiede della parte alta della via gli alberi siano un impedimento al passaggio mentre in quello subito sotto i tigli, per fortuna, rimarranno posizionati al centro del marciapiede.

La popolazione è indignata e si sente raggirata; la notizia fuorviante che sarebbero stati piantumati nuovi alberi (tralasciando di precisare che l’operazione sarebbe avvenuta in altro Castello!) ha minato la fiducia dei cittadini verso i suoi rappresentanti, sfiducia che è aumentata dopo l’abbattimento inaspettato degli alberi della curva di Murata che prelude alla sottomontana, avvenuto venerdì mattina sotto gli occhi attoniti dei cittadini.

Nel frattempo Porta del Paese e i cittadini che rappresenta si chiedono quando potranno assistere ad una presentazione di un progetto che preveda abbellimenti ecologici del Paese e messa in sicurezza di tratti davvero pericolosi. Per una volta sarebbe interessante poter assistere a dibattiti del genere: “Un bosco al posto del rettangolo di prato secco di Campo bruno Reffi?” oppure “Trasformiamo l’ex pattinaggio un orto botanico!’. o ancora: “Riqualifichiamo l’area verde del camping di murata e togliamo il turismo camperistico dal parcheggio 9!!”.

Comunicato stampa
Associazione Porta del Paese

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com