San Marino. Torneo di Sviluppo, Lettonia straripante: finisce 7-0 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Non saranno certo legate al risultato ottenuto in campo le grandi, grandissime emozioni dei Biancoazzurrini saliti fino a Riga per rappresentare San Marino in contesto internazionale. Nella capitale lettone, infatti, è in corso di svolgimento uno dei UEFA U-16 Development Tournament dove – oltre a padroni di casa e sammarinesi – figurano anche Andorra e Kosovo.

 

Andy Selva sceglie il 4-1-4-1 con Lazzari in regia, soluzione adottata anche nelle amichevoli di Acquaviva il mese scorso. L’avvio però è del tutto fuori programma: a San Marino il calcio d’inizio, col lancio alla ricerca di Filippo Pasolini. Sull’anticipo scatta l’immediata ripartenza lettone che – superata la cerniera di centrocampo sammarinese – riesce a sfondare sulla destra dove Kauselis è bruciante nello scatto che lo porta a concludere con un potente diagonale per il vantaggio dei padroni di casa, dopo appena 34”.

 

San Marino reagisce tutto sommato bene all’inizio shock, cercando la profondità di Gatti alle spalle di Vilnis e Kirsis: su questa combinazione arriva il primo calcio d’angolo della partita per i biancoazzurri che – sugli sviluppi dello stesso – arrivano a concludere in acrobazia con Cola, tra i più propositivi.

 

Nel caldo afoso che non ti aspetti, non certo ad aprile sul Baltico, la Lettonia fa valere chili e centimetri, oltre ad un atletismo a tratti soverchiante. Dopo il tentativo di Bocs dalla distanza, è ancora Kauselis a gonfiare la rete sammarinese poco prima del quarto d’ora: Skrinda si abbassa sulla linea di difesa per impostare la trama offensiva, semplificata nel lungo lancio per Bocs. L’esterno mancino è incontenibile per Marco Pasolini, l’assist a centro area per il pivot lettone chirurgico e il raddoppio è cosa fatta.

 

Esattamente un minuto più tardi, sulla medesima corsia ma a metà a campo invertite, San Marino costruisce la sua prima palla-gol con l’iniziativa di Filippo Pasolini: interessante il suo traversone per Gatti, abile a smarcarsi tra i due centrali avversari, pur impreciso nella zuccata.

 

Dopo un break concesso da Artis Kennis per le alte temperature, per di più accentuate dal fondo in sintetico dell’RTU Stadium su cui si disputa l’incontro, è sempre la Lettonia a fare la partita. I padroni di casa sfondano ancora centralmente con Milais che – innescata la solita corsa di Bocs – chiude l’amplissimo triangolo con la rete del 3-0 per la quale ha bisogno di due tentativi, peraltro entrambi deviati da Severi: il secondo rimpallo spiazza Battistini.

 

Non è finita qua, perché i biancoazzurri al 36’ hanno la clamorosa opportunità di accorciare le distanze. Ottimo il lavoro sulla trequarti di Nicolò Sancisi, che recapita un pallone al bacio sul palo più lontano dov’è puntuale l’inserimento di Cola. Purtroppo per il centrocampista sammarinese, c’è solo potenza nel suo sinistro al volo che si perde alto sopra la traversa.

 

Mani nei capelli per la panchina biancoazzurra, che deve pure incassare la beffa 100 secondi più tardi: sugli sviluppi di un corner calciato da Bocs, Battistini è strepitoso nel riflesso su Puzirevskis, ma nulla può sul tap-in da brevissima distanza di Milais che sbuca alle spalle di Rossi e cala il poker lettone. Si gira campo sul 4-0, ma non prima di aver registrato un grande intervento di Battistini su Skrinda – liberato al tiro dai 20 metri dallo scarico da manuale di Kauselis -.

 

Anche nella ripresa i ragazzi di Basovs partono in quarta, sfiorando la rete prima che scocchi il minuto con Puzirevskis: innescato da un lungo lancio, la punta centrale lettone di libera di forza di Mattia Sancisi peccando poi di egoismo da posizione piuttosto defilata. I due gemelli della Sammaurese, schierati al centro della difesa, sono poi sfortunati protagonisti dell’episodio che al 44’ porta al quinto gol della Lettonia: Mattia perde palla sulla pressione avversaria, mentre Nicolò ferma con le cattive Kauselis – liberatosi davanti a Battistini con un giocata sopraffina -. Calcio di rigore decretato da Kenins e trasformato impeccabilmente da capitan Fjodorovs, che spiazza l’estremo sammarinese col destro.

 

Questa volta i Biancoazzurrini accusano il colpo, subendo un nuovo affondo avversario a distanza di un minuto: Kauselis inserisce tutte le marcie sul pallone in profondità che lo porta a tu per tu con Battistini, superato di precisione. È il momento psicologicamente più complesso per San Marino, che rischia grosso sugli affondi di Puzirevskis, fermato al 46’ da Battistini e – due minuti più tardi – dal salvataggio sulla linea di Marco Pasolini, che si sostituisce al compagno quale ultimo baluardo della porta sammarinese. Sullo sviluppo dell’azione arriva la bordata dai 20 metri di Skrinda, disinnescata da Battistini.

 

Il gol per il centrocampista di Basovs arriverà, esattamente al 51’ ed al termine di un’azione tutta in verticale che lo stesso Skrinda avvia per poi concludere sul perfetto assist di Puzirevskis con un destro preciso dal limite dell’area. La Lettonia non ne vuol sapere di alzare il piede dall’acceleratore e solo un eccesso di confidenza di Bocs non porta all’ottavo centro, mentre dalla parte opposta – in seguito ad un’ostinata iniziativa di Cola – Solito calcia di esterno destro da buona posizione, saggiando i riflessi di Klava.

 

È l’ultima cosa da vedere in un match in cui il grande atletismo della Lettonia ha scavato il solco nella sfida di debutto per San Marino, che può rammaricarsi per la gestione dei nervi in alcuni momenti decisivi e per non essere riuscito a bucare la rete avversaria quando ne ha avuto l’opportunità.

 

Al termine della prima giornata, dunque, sono Lettonia e Kosovo a guidare la classifica del Torneo di Sviluppo di Riga: entrambe a punteggio pieno, i kosovari hanno battuto di misura Andorra (1-0). Proprio contro i pari età pirenaici San Marino giocherà il suo secondo incontro, calendarizzato per domenica 28 aprile alle ore 18:00.

 

UEFA U-16 Development Tournament | Lettonia – San Marino 7-0

 

LETTONIA [4-2-3-1]

Klava; Novikovs, Piksens, Kirsis, Ceds (dal 51’ Rodcenko); Fjodorovs, Skrinda (dal 51’ Patijcuks); Bocs (dal 58’ Bankovskis), Milais (dal 41’ Rascevskis), Arsenijas Ostapenko (dal 31’ Puzirevskis); Kauselis (dal 70’ Vilnis)

A disposizione: Bethers, Hons, Arturs Ostapenko

Allenatore: leksandrs Basovs

 

SAN MARINO [4-1-4-1]

Battistini (dal 62’ Magnani); Severi (dal 55’ Santi), N. Sancisi (dal 55’ Giambalvo), M. Sancisi (dal 55’ Vittori), M. Pasolini (dal 48’ Menghi); Lazzari; Zavoli (dal 32’ Rossi), Dolcini (dal 48’ Guidi), Cola, F. Pasolini; Gatti (dal 48’ Solito)

A disposizione: Sarti

Allenatore: Andy Selva

 

Arbitro: Artis Kenins

Assistenti: Arturs Sakunovs e Lauris Kasaks

Quarto Ufficiale: Sergejs Vesjkovs

Ammoniti: Vittori, Solito

Marcatori: 1’, 14’, 45’ Kauselis, 31’, 37’ Milais, 44’ rig. Fjodorovs, 52’ Skrinda

 

FSGC | Ufficio Stampa

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com