San Marino. Usl denuncia: “CONGEDI PARENTALI: IL REGOLAMENTO ATTUATIVO NON E’ PIU’ RIMANDABILE”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

13-05-2019: A quasi un anno e mezzo dall’emanazione del decreto delegato N.14/2018 in cui si sanciva, all’interno dell’alveo dei congedi parentali, il diritto per i cittadini o residenti di usufruire di permessi speciali retribuiti per la cura e l’assistenza di famigliari affetti da handicap o gravissime patologie, nessun regolamento attuativo è stato fino ad oggi ancora emanato dagli organismi competenti.

Il regolamento è indispensabile al fine di rendere effettivamente esercitabili tali strumenti nei confronti di tutti i richiedenti previsti dalla normativa.

Infatti, ad oggi coloro che hanno famigliari non residenti in territorio si vedono ancora ingiustamente negare il riconoscimento di quanto previsto per legge.

La Segreteria competente, durante gli incontri intercorsi, si era impegnata affinché si giungesse in tempi rapidi all’emanazione del regolamento per disciplinare puntualmente le modalità di riconoscimento di questo importantissimo strumento normativo in riferimento alle diverse casistiche, tuttavia come già sottolineato dalla ratifica del febbraio 2018 al momento ancora tutto tace.

Fornire una risposta concreta a tali esigenze per Unione Sammarinese dei Lavoratori è imprescindibile, in quanto rappresenta un segnale di sensibilità e dignità doveroso verso chi ogni giorni affronta situazioni di difficoltà e ha certamente bisogno di tutti quegli strumenti “promessi ed annunciati”, ma non ancora ad oggi esercitabili.

In tema di diritti, riteniamo non sia più rimandabile l’emanazione di tale regolamento in quanto è indispensabile per una comunità civile come la nostra dare un segnale di considerazione e accoglienza per tutte quelle situazioni famigliari che necessitano di un aiuto concreto.

 

Unione Sammarinese dei Lavoratori

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com