San Marino. Valpharma, cena di Natale benefica con tombola: ricavato alla Papa Giovanni per dare cibo a chi ne ha bisogno

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Sarà un Natale all’insegna della solidarietà e della responsabilità sociale quello dei 400 dipendenti delle aziende che fanno capo alla famiglia Valducci. Insieme compongono il più importante ‘Polo produttivo al servizio della salute e benessere’ compreso tra Romagna e San Marino. Per l’esattezza Valpharma e Valpharma International sono rispettivamente aziende leader al mondo nella produzione di farmaci a cessione controllata, capsule e compresse a lento rilascio; Erba Vita da 36 anni è un’azienda di riferimento in Italia e all’estero nella realizzazione di integratori alimentari, dispositivi medici e cosmetici a base vegetale, mentre Domus Medica è una clinica polispecialistica all’avanguardia, dotata persino di un centro di terapia iperbarica convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale Italiano e con l’Istituto Sicurezza Sociale di San Marino.

NATALE INSIEME, NATALE SOLIDALE. Per il secondo anno consecutivo, tutti i collaboratori si riuniranno a cena per scambiarsi gli auguri di Natale. Un momento di socializzazione e di condivisione che quest’anno diverrà anche solidale grazie al progetto ‘Natale Insieme’: l’iniziativa ludica di promozione della responsabilità sociale diretta e partecipativa che ha come obiettivo la donazione di pasti per i più bisognosi.

Durante la cena degli auguri (del prossimo 21 dicembre) si terrà una Tombola di beneficenza a sostegno della campagna ‘Un Pasto al Giorno’ dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXiii, di cui proprio il 7 dicembre ricorre il 50° anno dalla fondazione. Un Pasto al Giorno consente di raccogliere i fondi necessari per garantire il fabbisogno alimentare alle realtà di accoglienza della Comunità Papa Giovanni XXIII° in Italia e nel mondo, tra cui i centri nutrizionali in Africa, le case di accoglienza per ragazzi di strada e persone che vivono in condizioni di grave povertà ed emarginazione. Sono oltre 500 i centri di accoglienza attivi in più di 40 Paesi con 30 centri nutrizionali e mense che ogni anno distribuiscono 7.500.000 pasti. In Italia le Capanne di Betlemme accolgono persone senza fissa dimora distribuendo un pasto caldo a 1310 senzatetto.

Con 15 euro è possibile garantire per un mese un pasto al giorno a chi soffre la fame.

IL COMMENTO DELLA CEO ALESSIA VALDUCCI. L’iniziativa Natale Insieme è stata promossa dalla CEO Alessia Valducci, ispirata dalle parole del papà Roberto che amava ripetere: “non vivere solo per te stesso, vivi anche per gli altri scoprendo la bellezza del donare”. “Il Natale ci chiama all’unità e alla condivisione, momenti come questi servono a creare un gruppo solido e collaborativo – ha dichiarato Alessia Valducci -. Quest’anno sarà il primo Natale senza mio padre Roberto; lo ricorderemo mettendo in pratica uno dei suoi numerosi insegnamenti: l’altruismo. Abbiamo sempre avuto a cuore la responsabilità sociale d’impresa, sono tanti infatti progetti attivi a sostegno del territorio, della cultura e dello sport. Avremmo potuto staccare un semplice assegno e fare una donazione, ma questo non avrebbe creato responsabilizzazione condivisa. Per questo attraverso un’attività ludica, che appartiene alla nostra tradizione abbiamo voluto proporre a tutti una riflessione sull’importanza del donare a chi a più bisogno di noi”.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com