SAN MARINO. Valpharma pronta a concedere spazi per vaccinare i frontalieri

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

    Tra le imprese romagnole pronte a mettere a disposizione i propri spazi per la vaccinazione anti-Covid c’è il gruppo farmaceutico internazionale Valpharma che ha sede a Pennabilli, ma con stabilimenti anche a San Marino. Quest’ultima sede si dice pronta a vaccinare i frontalieri italiani che giungono in Repubblica ogni giorno per lavoro, anche con Sputnik. “Abbiamo aderito con entusiasmo perché per noi è importantissimo vaccinarsi in questo momento“, dice la titolare Alessia Valducci.

    Lo stabilimento principale si trova in Valmarecchia da dove diventa più difficile raggiungere i centri vaccinali più grandi. “Siamo farmaceutici, siamo già preparati, abbiamo del luoghi adeguati con il ricambio d’aria necessario – precisa Valducci – Ci siamo già occupati dei tamponi per i nostri collaboratori, quindi reputiamo di avere le zone idonee per poter fare le vaccinazioni“.

    Negli stabilimenti di San Marino potranno essere vaccinati i frontalieri italiani. “Abbiamo chiesto ai segretari di Stato la disponibilità di poter vaccinare anche con i vaccini che sono già presenti nella Repubblica“, ha aggiunto la Valducci. A San Marino “ci sono tantissimi frontalieri, tante persone che oltre a lavorare usano servizi come ristoranti e bar“Quindi – conclude – credo che lo Stato abbia necessità di vaccinarli e di dare un grande aiuto alla vicina Italia“.