Scattano i blocchi anti smog. Anche il sindaco resta a piedi e da il buon esempio.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ci risiamo: da lunedì le limitazioni al traffico. Con l’aggiunta dei ‘giovedì senz’auto’: tutti fermi tranne euro 4 ed euro 5 (le categorie economiche sono già in agitazione). A mare della Statale 16, dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 18,30 sino al 31 marzo, circolazione vietata invece solo per le auto benzina euro 0; diesel euro 0 ed euro 1; diesel euro 2 se mancanti di filtro antiparticolato; ciclomotori e motocicli a due tempi pre-euro 1, ‘anche se provvisti di bollino blu’.

    Si conferma l’abolizione della ‘tregua’ di mezzogiorno. In cambio per mamme e papà coi pargoli da recuperare a scuola o all’asilo, via libera 30 minuti prima e 30 dopo l’orario di entrata e uscita. Tante le categorie esentate. Tra le altre, disabili, paramedici e medici con assistenza o visita documentata, taxi, bus, magistrati e avvocati con provvedimenti urgenti, manutenzione… Esentati anche veicoli elettrici, ibridi, gas, gpl ecc.

    Non sono esentati (è la terza volta) gli autoveicoli di proprietà del Comune di Rimini. Al giovedì sarà bloccata anche la Lancia Thesis blu comunale a disposizione del sindaco: è una euro 3. “Il mio autista infatti è arrabbiato”, scherza Alberto Ravaioli.

    Nella conferenza di presentazione è stato fatto un bilancio dei rilievi negli ultimi 9-10 anni. Risultato: “E’ stato registrato un costante e progressivo miglioramento, specie dal 2004 in qua”, afferma il sindaco. L’assessore all’Ambiente Zanzini elenca i vari interventi migliorativi pro-aria: impianti termici in edifici privati; in edifici pubblici; teleriscaldamento; sostegno fonti energetiche rinnovabili; edilizia sostenibile; grandi superfici; progetto ‘Rimini città solare’.

    Tutti insieme avrebbero ridotto, dice Zanzini, di 13.384,33 tonnellate le emissioni annuali di CO2. E 81,9 chili di polveri fini Pm10 in meno all’anno. Nel 2009 – segnala il Comune – gli sforamenti di Pm10 sono calati rispetto all’anno prima, nelle tre centraline Arpa di rilevamento di Rimini. In via Flaminia si è scesi da 65 a 29. Al parco Marecchia da 56 a 36. In via Abete da 22 a 16.

    fonte: www.ilrestodelcarlino.it