Scuola, politiche giovanili e cultura al centro dell’attività politica I progetti illustrati dal Segretario Morri all’esecutivo del Patto

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Grandi lavori in corso nella cultura, nella scuola e nelle politiche giovanili. Senza perdere di vista l’economicità di gestione di settori strategici a cui si sono affidati non solo la formazione e la crescita dei giovani, ma anche la buona immagine della Repubblica.
    Questa l’introduzione del Segretario di Stato Romeo Morri nell’ampio riferimento portato all’esecutivo del Patto, precisando indirizzi che guardano alle situazioni urgenti (soprattutto nell’ambito della scuola) ma anche a progetti di medio e lungo termine (sopratttto nell’ambito della cultura).
    Asili nido. Praticamente pronte le procedure per l’accreditamento delle strutture private, da affiancare a quelle pubbliche per un servizio fondamentale alle famiglie. Entro fine anno, si procederà alla eleborazione delle apposite convenzioni, affinchè entro febbraio tutto l’iter sia completato e pienamente operativo. Anche con la previsione degli appositi stanziamenti.
    Scuole. Mentre si sta mettendo mano a problemi urgenti quali la legge sui dirigenti scolastici e sugli staff, sulla valutazione degli studenti, sul recultamento degli insegnanti e sul trattamento degli insegnanti di religione, si lavora ad un convegno (per la primavera prossima) che dovrà coinvolgere tutto il mondo della scuola, insieme alle famiglie, alla politica e alle forrze sociali. Obiettivo: individuare esigenze, aspettative e scrivere i programmi futuri.
    Centri estivi. Dopo la sperimentazione della scorsa estate, si prepara una nuova strutturazione di questo servizio, più autonoma e rispondente ad un’offerta molto qualificata.
    Ludoteca Acquaviva. Il Segretario Morri ha proposto al Patto cinque ipotesi di soluzione per la  della sede. Il Patto ha indicato, come orientamento prioritari da seguire, la permamnenza nello stesso Castello.
    Politiche giovanili. La situazione è molto delicata. Continua a preoccupare l’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti anche nei giovanissimi. Per potenziare la prevenzione sarà importante anche il lavoro sul territorio, con  iniziative via internet, radio e televisione, per creare linee di ascolto con la partecipazione di esperti e il coinvolgimento dei Presidi e dei responsabili di tutte le agenzie educative. Nello stesso tempo dovranno partire controlli e sanzioni più severe per chi vende alcolici ai minori. Crescono i disturbi nell’alimentazione. Il collaborazione con la Sanità si stanno preparando programmo di intervento per contrastare bulimia e anoressia.
    Cultura. Il Segretario Morri ha posto la questione di un ripensamento dell’impostazione dei Centri Sociali, delle sale cinematografiche e degli altri spazi pubblici che, così come sono gestiti attualmente, non rispondono più alle esigenze della collettività e sono difficilmente fruibili per le iniziative culturali e ricreative presenti in territorio Per contro, si pensa di incentivare gli spazi mussali, recuperando le Logge dei Balestrieri e, nel corso della legislatura, le Cisterne del Pianello. Obiettivo: creare un circuito per mostre di alto livello, in grado di sprigionare un elevato potenziale turistico e, di conseguenza, anche economico.