Segretario Esteri Mularoni: ”L’attività di Banca Centrale prosiegue tranquillamente”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Con Banca Centrale elementi di atrito ci sono sempre stati e, il Governo per quanto ha potuto ha fatto rimanere il tutto dentro il Comitato del Credito e Risparmio.

    Non siamo andati a fare conferenze pubbliche, diversamente quello che ha fatto Banca Centrale, abbiamo cercato di trovare le soluzioni per risolvere tutti i problemi che per noi erano evidenti.

    Quando abbiamo visto che queste condizioni non c’erano abbiamo fatto una scelta. Ripeto sui tempi si può discutere, però ripeto che il paese è in emergenza quanto meno da due anni, quindi bisogna chiedersi se forse alla fine staccare prima la spina e fare delle sostituzioni non possa essere salutare per il paese..

    Io vorrei dare alla gente che ci ascolta ed ha bisogno di certezze e di tranquillità, delle rassicurazioni. Banca Centrale in questo momento sta continuando ad operare, perchè il Direttore comunque continua ad esercitare le sue funzioni ed anche il Presidente, quindi non c’è nessun vuoto.

    E’ già successo anche in passato, al coordinamento della vigilanza, che uno dei membri se ne andasse – come ad esempio quando il Dott.Veronesi è stato nominato Direttore dell’AIF, si è sostituito con un’altra persona – a breve il coordinamento della vigilanza sarà di nuovo composto da tre persone a brevissimo; questo non vuol dire che non stiamo pensando a soluzioni di più lunga durata.

    Ma voglio tranquillizzare! Banca Centrale non è rimasta senza nessuno. L’attività normale prosegue tranquillamente.