Serie A: Atalanta-Inter, probabili formazioni

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Sabato alle 18 in campo Inter-Atalanta

    “L’Inter non ha patito la partenza di Lukaku, gioca più col collettivo. Con Milan e Napoli è la squadra che ha qualcosa in più”. Alla vigilia della sfida da ex a San Siro, Gian Piero Gasperini inquadra l’avversario: “Ha molte soluzioni anche da palla inattiva per fare gol e infatti ne ha segnati tantissimi. Non possiamo toglier loro le qualità che hanno: si tratta solo di fare la nostra partita difendendo con attenzione ma senza subire – spiega l’allenatore dell’Atalanta -. E’ una squadra forte nonostante le cessioni importanti. Lukaku era una certezza, adesso ci si affida più al gioco corale: la sua assenza non ha inficiato sugli equilibri, non è da tutti vincere in rimonta a Firenze”. Capitolo infortunati: “Siamo fiduciosi che, contro il Milan, Muriel torni a essere disponibile. Proveremo a portarlo in panchina già mercoledì in Champions League – continua il tecnico dei bergamaschi -. Pessina ha preso una botta sul collo del piede, è una contusione che magari si può riassorbire in 24 ore. Su di lui abbiamo un’incertezza”. Senza il suo uomo preferito tra le linee, Gasperini non pensa a esperimenti: “Koopmeiners con De Roon e Freuler, come vertice basso o alto, non è proprio nei miei disegni, anche se è molto valido e ha piede. La mia posizione non è il Vangelo, ma lì vedo più Pasalic”.

    L’Atalanta è un’ottima squadra che non regala e non concede nulla, noi dovremo essere bravi a fare altrettanto. Penso che la fame e la cattiveria su ogni pallone in partite come questa facciano la differenza”. Lo dice l’allenatore dell’Inter Simone Inzaghi alla vigilia della partita contro l’Atalanta. L’Inter affronta l’Atalanta a San Siro, domani alle 18: una squadra tosta che impone una buona dose di cattiveria e fame per venirne a capo. Simone Inzaghi non parla in conferenza stampa ma si concede ai microfoni di Inter Tv per spronare i suoi e per tesserne gli elogi dopo la vittoria in rimonta. contro la Fiorentina. “Martedì – dice il tecnico nerazzurro – è stato importante essere rimasti lucidi e in partita nonostante la prima mezz’ora di sofferenza. Ho visto una grande reazione, da squadra importante, abbiamo vinto su un campo difficile e siamo contenti. Già domani avremo un’altra sfida altrettanto impegnativa”.

    Probabili formazioni
    Inter (3-5-2): 1 Handanovic; 37 Skriniar, 6 De Vrij, 95 Bastoni; 2 Dumfries, 23 Barella, 77 Brozovic, 10 Calhanoglu, 14 Perisic; 9 Dzeko, 10 Lautaro (21 Cordaz, 97 Radu, 11 Kolarov, 13 Ranocchia, 32 Dimarco, 33 D’Ambrosio, 36 Darmian, 5 Gagliardini, 8 Vecino, 7 Sanchez, 19 Correa, 48 Satriano). All.: S.Inzaghi. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Eriksen, Vidal, Sensi. Atalanta (3-4-1-2): 1 Musso; 2 Toloi, 6 Palomino, 19 Djimsiti; 3 Maehle, 11 Freuler, 15 De Roon, 8 Gosens; 88 Pasalic; 18 Malinovskyi, 91 Zapata. (31 Rossi, 57 Sportiello, 28 Demiral, 66 Lovato, 13 Pezzella, 77 Zappacosta, 7 Koopmeiners, 32 Pessina, 59 Miranchuk, 72 Ilicic, 99 Piccoli). All.: Gasperini. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Hateboer, Muriel. Arbitro: Maresca di Napoli Quote Snai: 1,95; 3,70; 3,70.

       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte