Sindaca Daniela Angelini celebra San Martino con una lettera aperta alla città di Riccione

Sindaca di Riccione, Daniela Angelini

In occasione della festività di San Martino, che si celebra l’11 novembre, la sindaca di Riccione, Daniela Angelini, ha rivolto un messaggio alla sua comunità attraverso una lettera aperta, evocando lo spirito di generosità e unità rappresentato dal santo patrono della città.

La sindaca Angelini ha sottolineato l’importanza di San Martino nella storia di Riccione, descrivendolo come un esempio di sacrificio e generosità. Ha ricordato l’atto di carità di San Martino, che divise il suo mantello per aiutare un mendicante, e ha paragonato questo gesto alla storia della città, che si è evoluta grazie alla solidarietà e all’accoglienza.

Tuttavia, la sindaca ha anche espresso preoccupazione per le sfide sociali che la città sta affrontando. Ha menzionato una “frattura sociale” più profonda rispetto ad altre città della Romagna e ha enfatizzato la necessità di superare i conflitti e le divisioni per ritrovare un senso di comunità. Angelini ha esortato i cittadini a lavorare insieme per ristabilire l’unità e per rigenerare la città sulla base dei suoi valori fondamentali.

Inoltre, la sindaca ha lamentato l’assenza della tradizionale cerimonia di premiazione del “Premio San Martino d’oro Città di Riccione” quest’anno, a causa del periodo di commissariamento di quasi cinque mesi che la città ha attraversato. In sostituzione, ha simbolicamente assegnato questo riconoscimento a tutti i cittadini di Riccione, spronandoli a contribuire alla crescita e all’accoglienza della città.

Concludendo il suo messaggio, Angelini ha espresso fiducia nella capacità della comunità di superare le sfide attuali e ha augurato a tutti un felice San Martino, ribadendo il suo incoraggiamento a vivere lo spirito di generosità e unità ispirato dal santo.

  • Le proposte di Reggini Auto