SOSPESI I VERTICI DI CARISP

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Consiglio della Cassa di Risparmio di San Marino ha deliberato, a seguito della nota inchiesta sul riciclaggio tra Italia e Titano che ha portato in carcere i suoi vertici, la sospensione dalla carica del presidente Gilberto Ghiotti, dell’amministratore delegato Mario Fantini, del consigliere Paola Stanzani e del direttore generale. Il Consiglio ha istituito anche un apposito comitato strategico, composto da tre consiglieri, chiamato a presidiare le attività della Cassa e a riorganizzazione le sue partecipate. L’avv. Giuseppe Iannacone avrà invece il compito di tenere i rapporti della società con la Procura.
    La nota della Cassa di Risparmio sammarinese si chiude sottolineando l’impegno dei consiglieri e del direttore ora sospesi e auspicando che nei procedimenti avviati dalla Procura e dalla Banca d’Italia vengano positivamente superate le contestazioni mosse all’operato della Cassa e dei suoi esponenti.

    Intanto il presidente della Cassa di Risparmio Gilberto Ghiotti resta in carcere. Il Gip di Forlì ha infatti rigettato la sua richiesta di arresti domiciliari.