Stefano Venturini si sfoga

  • Le proposte di Reggini Auto

  • In questi giorni ho appreso con amara e dolorosa sorpresa che, con sconcertanti e impacciate “espressioni” qualcuno potrebbe aver fatto illazioni gratuite ed ignobili dietro al mio nome e ciò solo perché, grazie alle mie fatiche ed alle mie risorse, ho avuto l’occasione di investire in una limitata percentuale del capitale sociale di una Banca sammarinese. In particolare si sarebbe insinuato che altri investitori sarebbero dietro di me. (…)

    Beh, devo dire che io rappresento esclusivamente me stesso e che il mio nome è una delle cose più preziose che possiedo ed anche per questo non l’ho nascosto dietro ?duciarie nostrane o paesi esotici ma ho voluto che fosse scritto nero su bianco sui libri della banca, con il pieno diritto ed orgoglio di chi ha lavorato sodo per avere qualcosa,per un periodo fortunatamente limitato). Due cose mi hanno dato forza in quella condizione di costrizione estrema: la mia famiglia e la lettura dei capi di accusa dai quali ho avuta immediata comprensione che il mio arresto non fosse giusti?cabile dalla mia condotta, ma solo da un attacco a tutto il nostro sistema di leggi e convenzioni

    tratto dall’articolo a firma Stefano Venturini su San Marino Oggi