Stolfi e Gatti (Marco) assieme a Strasburgo per partecipare alla sessione annuale APCE (Assemblea Parlamentare Consiglio d’Europa)

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Domenica 24 gennaio i Consiglieri Marco Gatti e Fiorenzo Stolfi, membri della Delegazione Consiliare Sammarinese presso l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), partiranno per Strasburgo per partecipare alla I parte della sessione Annuale 2010 APCE in programma la prossima settimana.

    In apertura dei lavori, l’Assemblea procederà all’elezione del suo Presidente per l’anno 2010 e alla votazione sull’inserimento all’ordine del giorno di un dibattito d’urgenza relativo alle false pandemie.

    Nel pomeriggio, in seduta plenaria si assisterà alla comunicazione del Ministro degli Affari Esteri svizzero, Micheline Calmy-Rey, la prima nel semestre di Presidenza svizzera del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa. Al suo intervento farà seguito il primo discorso del nuovo Segretario Generale Thorbjørn Jagland, che dall’elezione a settembre ha manifestato l’intenzione di elaborare alcune proposte per migliorare la collaborazione tra gli organi del Consiglio d’Europa.

    Martedì 26 gennaio si procederà all’elezione del Giudice italiano alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo e, nel pomeriggio, è prevista la partecipazione del Ministro degli Affari Esteri della Repubblica italiana Franco Frattini, che risponderà alle domande dell’Assemblea.

    Tra i commi all’ordine del giorno, il rapporto sulla missione di osservazione del primo turno delle elezioni presidenziali in Ucraina, il tema dei cambiamenti climatici e il dibattito sulla situazione in Medio Oriente con la partecipazione della delegazione parlamentare israeliana, che siede come osservatore nell’emiciclo dell’Assemblea.

    Nel corso della sessione si voteranno anche una bozza di risoluzione relativa alla migrazione clandestina ed una bozza di raccomandazione sul Programma d’azione della Conferenza Internazionale sulla popolazione e lo sviluppo.

    In programma anche l’intervento del Primo Ministro greco, del Relatore Speciale delle Nazioni Unite sulla tratta degli esseri umani e del Rappresentante dell’OSCE sulla libertà dei media.