Superbonus, ecco la ricetta di Forza Italia: sblocco crediti e proroga termini

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Siamo soddisfatti di essere stati ascoltati a dimostrazione dell’assoluta bontà di ciò che abbiamo detto e ripetuto in questi giorni“. Così Forza Italia rivendica la serie di emendamenti presentata sul Superbonus per apportare miglioramenti al decreto Aiuti quater. Il partito azzurro ha partorito diverse proposte dopo aver dato ascolto al “grido di aiuto proveniente da cittadini, imprese e associazioni di categoria“. I correttivi sono stati definiti “ragionevoli e importanti” proprio perché hanno l’obiettivo di “non lasciare tutti loro in gravi difficoltà“.

    Le proposte sul Superbonus

    I forzisti hanno ritenuto “doveroso” intervenire soprattutto per quanto riguarda lo sblocco dei crediti con le banche e le Poste e per la proroga del termine per la presentazione della comunicazione di inizio lavori, “che il governo aveva fissato al 25 novembre e che noi avevamo chiesto di spostare almeno alla fine dell’anno“.

    Licia Ronzulli e Alessandro Cattaneo, rispettivamente presidenti dei gruppi parlamentari azzurri al Senato e alla Camera, hanno illustrato le principali misure contenute negli emendamenti presentati questa mattina. Al centro vi sono in particolar modo la compensazione dei crediti da bonus edilizi (110% e altri bonus) posseduti dalle banche e Poste Spa con una quota di quanto riscosso con gli F24 dei contribuenti e la proroga dal 25 novembre 2022 al 31 dicembre 2022 del termine per la presentazione della Cila per poter continuare a usufruire della detrazione del 110%.

    Non solo: Forza Italia ha chiesto la soppressione del limite di reddito di 15mila euro per poter beneficiare della detrazione del 90% fino alla fine dell’anno e della condizione di aver effettuato almeno il 30% dei lavori al 30 settembre 2022. Ronzulli e Cattaneo hanno espresso soddisfazione: “Una posizione che oggi viene finalmente compresa e condivisa“.

    Il ruolo di Forza Italia

    In questi giorni è aumentato il pressing per arrivare alla modifica di alcune norme sul Superbonus, con speciale riguardo al lato dello sblocco della cessione dei crediti. Così la misura – proprio come rimarcato da Forza Italia – si appresta a essere rivista anche per le comunicazioni di inizio lavori, essenziali per far partire gli interventi di ristrutturazione. All’interno della maggioranza di centrodestra c’è convergenza sulla necessità di intervenire in tal senso.

    Sulla questione si è espressa Licia Ronzulli, che ha accolto in maniera positiva il fatto che Fratelli d’Italia abbia presentato degli emendamenti sulla linea di quelli azzurri: “È stato detto che volevamo sabotare il governo, ma noi siamo impegnati a migliorarne l’azione“. In effetti Forza Italia aveva denunciato diverse criticità fin da quando il governo ha inserito le modifiche al Superbonus nel decreto Aiuti quater. “Noi siamo d’accordo a modificare il Superbonus, viste le troppe truffe, concordiamo sulla rimodulazione, ma non in un modo che danneggi cittadini e imprese“, è la posizione sottolineata da Ronzulli.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte