Taekwondo San Marino. 12 ATLETI PER 9 MEDAGLIE AL TUSCANY OPEN 2017 DI AREZZO

  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

    << Un fine settimana semplicemente strepitoso poiché, al Tuscany Open 2017 svoltosi ad Arezzo (AR) sono state ben 9 le medaglie (1 oro, 5 argenti e 3 bronzi complessivi) conquistate dai ragazzi del Taekwondo San Marino, seguiti dal coach della Nazionale Maestro Secondo Bernardi (c.n. 5° dan). Grande soddisfazione anche per il Maestro e Presidente del Club Giovanni Ugolini (5° dan) presente all’evento nella giornata di domenica.

    Erano 400 gli atleti iscritti nelle varie categorie, provenienti da tutta Italia e dall’Austria.

    Dei 12 partecipanti bianco azzurri, hanno iniziato per primi sabato mattina i Junior con Noah Francioni (1° dan -68 kg), seguito da Michele Mezzanotte (8° kup -59 kg) che, pur cedendo entrambi il passo in semifinale, hanno conquistato ciascuno un prezioso bronzo. Poi è stata la volta dei Senior.

    Ha esordito per primo Ceccaroni (3° dan -68 kg.) che, ai quarti, vince 30 a 12, poi la semifinale (vinta anch’essa per 16 a 12) e di seguito la finale con Maddaluni (bronzo ai Campionati Italiani Assoluti come Michele) che prevale di un soffio (comunque un bellissimo argento).

    Un altro argento anche per Francesco Maiani (3° dan -74 kg) che, partendo dai sedicesimi, conquista il primo incontro per 8 a 5, seguito dagli ottavi vinti per 30 a 2 e poi la semifinale con Moschin (due volte consecutive vice Campione Italiano), battendolo inesorabilmente per 10 a 4. Approdato ad una finale tiratissima con il nazionale austriaco, cede sul filo di lana per 13 a 9.

    L’ultima soddisfazione del sabato è giunta da Battistini Nicholas (4° kup -54 kg) che ha strameritato un altro bronzo. Nulla da fare invece per Daniele Leardini (1° dan -80 kg) e Luca Ghiotti (1° dan -58 kg.) che sono stati eliminati al primo turno.

    Le gare sono proseguite domenica 22 con i Cadetti (A e B) con Elias Lonfernini (1° dan – Cadetto A -45 kg), la nostra punta di diamante femminile Giulia Tosi (1° dan – Cadetto A -55 kg.), Stefano Crescentini (3° kup -53 kg) e le due sorelle Alice ed Irene Murru, entrambe 4° kup, rispettivamente nelle categorie -49 kg e -41 kg.

    Ad esclusione di Elias Lonfernini (il più piccolo dei Cadetti A essendo nato solo nel 2005) che ha dovuto cedere il passo al suo antagonista del 2003, per gli altri quattro atleti è stata una pioggia di medaglie: Giulia Tosi (1° dan), dopo la bellezza di tre incontri nei quali ha strapazzato le sue avversarie, cede solo nell’ultimo conquistando un bellissimo argento. Ad essa segue Stefano Crescentini (3° kup) che dopo essersi ben battuto, perde anch’esso la finale per 6 a 10. Poi è la volta delle sorelle Alice ed Irene Murru (entrambe 4° kup). Alice perde una finale tiratissima per 6 a 10, mentre la sorella Irene, ha terminato la kermesse vincendo tutti gli incontri, compresa la finale per l’oro affossando già al secondo round e, quindi prima del limite dei tre round, la sua avversaria per 32 a 2.

    Non si può aggiungere altro ad un risultato così eclatante che sicuramente non è facile da replicare, anche se i nostri giovani continuano a stupirci sempre più per il loro spirito combattivo.

    Giovanni UGOLINI (Presidente T.S.M.)