Tentativi di truffa via E-Mail ad alberghi riminesi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (altarimini.it) Sono in atto tentativi di truffa nei confronti degli albergatori o di chi gestisce attività ricettive nella provincia di Rimini. A lanciare l’allarme è la Polizia postale e delle telecomunicazioni. La truffa consiste nel ricevere tramite e-mail da una fantomatica agenzia di viaggi estera (presa a caso tra quelle presenti su internet), una richiesta di prenotazione camere d’albergo dall’estero, per il periodo di Natale e Capodanno, per un considerevole numero di persone straniere (americane, giapponesi ecc.), che vengono immediatamente saldate con carta di credito dopo la conferma della disponibilità da parte dell’albergatore.

    Una volta che l’operazione si è conclusa, l’agenzia di viaggi estera, come di consueto avviene, richiede la liquidazione delle commissioni tramite bonifico bancario internazionale, che l’albergatore, non sospettando nulla, esegue. “In realtà – spiega il comandante della Polposta riminese, Vincenzo Papagni – si tratta di un escamotage per ‘lavare’ denaro prelevato fraudolentemente da conti bancari esteri o da carte di credito estere clonate. L’albergatore ne avrà notizia soltanto trascorso un certo lasso di tempo dagli organi di Polizia o dai circuiti bancari, e qualora avesse aderito si ritroverebbe truffato con un considerevole danno economico, sia patrimoniale che per le camere eventualmente rimaste vuote”. La Polizia postale invita a prestare la massima attenzione a richieste pervenute in tal senso, verificando sempre con il key client del circuito bancario l’operazione richiesta, evitando di pagare anticipatamente le commissioni richieste.