Terzo ciclone in 7 giorni, rischio nubifragi al Sud

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 29 NOV – Dureranno fino a domani gli effetti
    del ciclone, il terzo negli ultimi 7 giorni, in azione nelle
    regioni dell’estremo Sud e in Sicilia. Ed “è alto il rischio
    idraulico e idrogeologico”, osserva Lorenzo Tedici, meteorologo
    de iLMeteo.it, precisando che la nuova perturbazione arriva dopo
    le mareggiate record dello scorso 22 novembre sulle coste
    del’Alto Adriatico e del Lazio e della colata di fango ad Ischia
    con un bilancio drammatico.
    A meno di un mese da Natale, il mare, aggiunge l’esperto, “risente ancora dell’Estate 2022 caldissima: come avevamo
    previsto, queste acque calde estive, causate dai cambiamenti
    climatici, fanno pagare il conto durante l’autunno a suon di
    nubifragi costieri e non solo. Al momento, infatti, i bacini
    italiani presentano ancora un’anomalia termica, sono cioè più
    caldi della media”. Nelle prossime ore, prosegue il meteorologo,
    sono attesi ancora forti acquazzoni e temporali, soprattutto su
    Sardegna e Sicilia, poi nel corso della giornata anche verso la
    Calabria; attenzione poi, nella giornata di domani, a tutta la
    zona metapontina, e in generale alle aree comprese tra la
    Calabria e tutta la Puglia”. Il maltempo riguarderà, secondo
    Meteo Expert, anche gli Appennini, con neve fino sotto i 1000
    metri.
    Queste le previsioni in dettaglio:
    Martedì 29. Al nord: pioggia debole in pianura, nevicate in
    montagna. Al centro: maltempo in Sardegna, piogge in arrivo
    anche sulle adriatiche. Al sud: diffuso maltempo dalla Sicilia
    verso la Calabria.
    Mercoledì 30. Al nord: nubi irregolari. Al centro: piogge sulle
    adriatiche. Al sud: piogge diffuse con locali temporali e anche
    nubifragi.
    Giovedì 1. Al nord: cielo in gran parte coperto. Al centro:
    cielo molto nuvoloso o coperto. Al sud: residui temporali,
    specie sulla fascia adriatica.
    Tendenza: da venerdì primi segnali dell’arrivo di una
    perturbazione che interesserà tutta l’Italia nel weekend.
    (ANSA).

    Fonte originale: Leggi ora la fonte