TUMORI DEL COLON RETTO: DALLA DIAGNOSI PRECOCE ALLE TERAPIE AVANZATE, DOMANI ALL’OSPEDALE UNA GIORNATA DI STUDIO SUL TEMA

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Con l’avvio della campagna di screening per la prevenzione del tumore del colon retto, partita il 19 gennaio scorso, le Unità coinvolte nel Progetto – in particolare la Gastroenterologia – hanno organizzato una giornata di studio per approfondire fra gli “addetti al settore” le conoscenze e rafforzare la comunicazione interna ospedaliera.
    L’incontro si terrà domani 15 aprile, alle ore 14,30 nella sala conferenze dell’Ospedale di Stato. Ai lavori scientifici interverranno specialisti ospedalieri sammarinesi e italiani (chirurghi, oncologi, endoscopisti, anatomopatologi, radiologi, medici di medicina generale), che nell’occasione si metteranno a confronto per portare ognuno la propria esperienza.
    Sarà la Dott.ssa Maria Loredana Stefanelli a introdurre la giornata studio, con i primi dati sullo screening in corso a San Marino, a cui seguiranno Il ruolo della Medicina Generale nella prevenzione oncologica ( Dr. S. Castelli ), Diagnosi e stadiazione dei tumori del colon-retto ( Dr. R. Colombini ), Il polipo cancerizzato: il parere dell’anatomo patologo ( Dr.ssa G. Fabbretti, Rimini ), La terapia chirurgica del tumore del colon-retto ( Dr. G. Landolfo ), Il trattamento delle metastasi da tumore del colon ( Prof. E. Jovine ) e infine Nuove prospettive terapeutiche nel carcinoma del colon-retto ( Prof. D. Amadori ).
    Il programma della screening è già attivo e operativo da febbraio; dal Centro Screening, infatti, sono già partiti gli inviti alla popolazione target per l’esecuzione dei test S.O.F. ( ricerca di sangue occulto nelle feci). Ad oggi gli inviti spediti sono stati 2250, con 700 SOF consegnati. Notevole è anche lo sforzo compiuto per l’esecuzione delle colonscopie, 500 eseguite nel primo trimestre 2009 dal servizio di Gastronterologia, di cui 191 richieste dai Medici di Medicina Generale in fascia screening ( 38% ) su un totale di 281 colonscopie richieste.
    Questo incontro, oltre ad essere un tema di notevole interesse per tutti del settore, rappresenta un’ulteriore occasione per tenere alta l’attenzione e l’interesse sulla comunicazione ai cittadini e su come diagnosi precoce e trattamento chirurgico adeguato possano portare, nella maggior parte dei casi, ad una guarigione.