Ultimo, furia a Sanremo contro i giornalisti: «Avete rotto il ca**o tutta la settimana»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Attacco a sorpresa da parte di Ultimo, il secondo classificato alFestival di Sanremo 2019 dietro il vincitore Mahmood, rivolto ai giornalisti. Nella sala stampa del Festival, immediatamente dopo la proclamazione del rivale, il romano Ultimo ha tuonato: «La mia vittoria, al contrario di tanti giornalisti che hanno rotto il ca… tutta la settimana, con la presunzione di giudicare la carriera nei prossimi vent’anni di tanti artisti, sentendosi importanti, non è la vittoria al festival, è la gente che si riconosce in quello che scritto».

«Non ce l’ho con voi, ce l’ho con me stesso. Sono amareggiato», ha poi aggiunto l’artista 22enne, visibilmente scosso, sottolineando di essere «contento della vittoria di Mahmood». Poi ha spiegato con più serenità il suo punto di vista: «Io punto all’eccellenza, quindi è normale che ci sono rimasto male. E’ normale che se una persona si crea aspettative e poi non le realizza non è contento. La mia vittoria sono i live e le persone che si riconoscono in quello che scrivo».

LA CONFERENZA CON IL VINCITORE DEL FESTIVAL SU LEGGO.IT

01.59 I giornalisti chiedono a Mahamood se parteciperà all’Eurovision, la sua risposta è stata: «Avoja, ma che scherzi! Sto già là. Grazie a tutti e ovviamente grazie a mamma»

01.56 A proposito delle polemiche sui migranti ha detto: « Io sono un ragazzo italiano, nato e cresciuto a Milano. Sono italiano al 100%. Sono fan di tutto e di niente. Ascolto qualsiasi cosa. Quando mi chiedono che genere faccia rispondo ‘Marocco-pop’». 01.53 Entra Mahamood: «Io la percezione mia di crescita a livello mediatico non ce l’ho mai. da quando ho vinto Sanremo giovani fino ad ora , ho lavorato ancora a “soldi”».

01.50 Arriva anche Daniele Silvestri super sorridente che conferma quanto detto da Ultimo, e cerca di smorzare un po’ i toni: «La prima parola è grazie. Vale per tutti, quando il risultato arriva, non si può che essere felici».

01.48 Ultimo: «Io vi sembro incazzato? Sono sincero, non sono uno che, al contrario di altri, ha bisogno di crearsi un velo di finzione davanti. Qui gli artisti vengono con un’idea ben precisa. Non son arrabbiato, ce l’ho con me stesso, sono amareggiato perchè io punto all’eccellente».

01.45 gli chiedono del tweet di Salvini che tifava per lui: «per me è indifferente, io scrivo canzoni poi le lascio andare».

01.42 Ultimo: «Non ho mai avuto la pretesa di venire qui e vincere come invece avete scritto voi. Mi sono sempre grattato, ma non è servito. La mia vittoria sono i live, le gente che mi vuole bene e che si riconosce in ciò che scrivo, al contrario di tanti giornalisti che in questa settimana hanno avuto la presunzione di giudicare tramite un’esibizione la carriera degli artisti per iprossimi 20 anni . Sono contento per il “ragazzo” Mahmood» , la sala stampa rumoreggia per l’uso del termine ragazzo «di quello che dite voi non me ne frega un ca**, io sono contento per lui».

01.35 inzia la conferenza stampa con i tre vincitori. Si parte con il Volo che commentano così il loro terzo posto «Siamo arrivati senza aspettative, siamo felici per Mahmood, non siamo venuti al festival con la presunzione di vincere. Per noi è una grande vittoria essere arrivati terzi».

Leggo.it

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com