USL INTERVIENE SULLA SITUAZIONE ECONOMICA DEL LAVORO SAMMARINESE

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Le aziende “vivono” un periodo di forte contrazione nella vendita e nella produzione e a farne le spese sono sia i dipendenti che perdono i propri posti di lavoro, sia gli imprenditori che operano con gravi difficoltà oggettive. Tutto il sistema manifatturiero sta soffrendo; perde di competitività, vive una fase molto delicata e di forte incertezza. E’ necessario recuperare la fiducia, far fronte alla più grave crisi che San Marino abbia mai conosciuto. Le parti sociali tutte e il Governo devono trovare una “exit strategy” per venire fuori dalla situazione “d’attesa” che contribuisce ad alimentare il differenziale rispetto ai valori pre-crisi. L’esecutivo sta mediando tra posizioni fino ad oggi molto distanti che però potrebbero trovare una sintesi nelle posizioni che l’USL porta avanti da tempo. È fondamentale creare i presupposti per far si che i lavoratori non debbano accedere alla cassa integrazione o alla mobilità e le aziende investano capitali in progetti di rilancio. Le linee strategiche per lo sviluppo e la competitività del sistema produttivo passano attraverso nuove filiere produttive che integrino manifattura, servizi avanzati, innovazione e ricerca, nuove tecnologie, ed anche attraverso la ricerca di nuovi mercati per i prodotti delle nostre aziende. La tutela principale di ogni singolo posto di lavoro è la concreta realizzazione del profitto dell’impresa. C’è anche “l’obbligo” a formare, specializzare know how, che rimanga poi bagaglio d’esperienza per le professionalità sammarinesi ed anche la flessibilità (flex security) sui posti di lavoro, strutturata e contrattata, è un passo fondamentale per l’ammodernamento e il rilancio del comparto. Ci vorrà tempo per risalire la china e non possiamo permetterci di perderne altro. Gli imprenditori e i lavoratori pretendono un cambiamento: è ora di muoversi tangibilmente in questa direzione e di ottenere dei risultati concreti.

    Segretario Industria e Artigianato USL.
    Francesca Busignani