Vacanza choc a Zanzibar, 30enne veneto aggredito e rapinato a colpi di machete

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Vacanza choc per un italiano aZanzibar dove è stato aggredito a colpi di machete e poi rapinato. Lo riporta il Gazzettino in edicola oggi. Lo sfortunato protagonista della vicenda, che poteva avere risvolti ancora più drammatici, è un trentenne di Spinea, in provincia di Venezia, Enrico Bettini.

«Mi ha aggredito da dietro e ha tentato di strapparmi lo zaino. Io ho resistito, lui mi ha colpito con una lama. Un pugnale o un machete, non so cosa fosse. So solo che sono finito in ospedale perché ero un lago di sangue». Da quel terribile incubo sono passate tre settimane, ma la ferita sulla spalla è ancora evidente. «E’ durato tutto poco più di dieci secondi, ma non lo dimenticherò mai» racconta Enrico Bettini, trentenne di Spinea, – nell’articolo sul quotidiano di Venezia – ripensando all’angoscia di quel momento. La brutta avventura è capitata a Zanzibar è la vittima è un giovane fisioterapista che il 16 luglio ha subito l’assalto di un rapinatore mentre era in vacanza in quel meraviglioso arcipelago nell’Oceano Indiano davanti alla Tanzania. Il Gazzettino

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com