Venerdì 12 Marzo, Antonio Rezza al Teatro Titano

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Venerdì 12 marzo alle ore 21.15 un gradito ritorno sul palcoscenico del piccolo Teatro Titano: in scena I’incredibile Antonio Rezza con uno dei suoi lavori più dissacratori e pungenti: IO.

IO, ispirato all’ opera di due scultori contemporanei, Fausto Melotti e Robert Morris, vede alla regia anche la moglie Flavia Mastrella, sparring partner di ogni suo spettacolo teatrale.

«Io – scrive l’ autore – è uno spettacolo dove la drammaturgia si fonde con la forma; è perverso e divertente, affronta tematiche scomode, si sbilancia volentieri, parla ai cuori non dei romantici ma dei guerrieri». Maglia nera e calzamaglia rossa, Rezza promette senz’ altro di stupire il pubblico, anche a costo di bistrattarlo, insultarlo, persino “frustarlo”.

Rezza dal volto teatralissimo è il non-sense fatta persona; è un personaggio straordinario che per sua stessa ammissione riesce a far ridere la gente da vent’ anni, «Ridono come pazzi e non so il perché. – dice- Forse sono pazzi loro e non sono comico io».

Per lui “far ridere è un’ esigenza biomeccanica”, avverte che durante i suoi spettacoli non vuole far pensare, l’impegno politico non gli garba, e ovviamente non vuole nemmeno far ridere. Apparentemente contraddittorio, ma in realtà coerente nel suo modo di essere attraverso forme espressive uniche, riesce da anni ad affascinare il suo pubblico affezionatissimo.

Intervistandolo alle Invasioni barbariche Daria Bignardi lo ha pungolato: «A teatro tratti tutti malissimo, ma sei come una droga: se vedi uno spettacolo di Antonio Rezza poi li devi vedere tutti» Lui ha risposto: «è la mancanza di interesse da parte del pubblico, che non sa circondarsi di persone che possano alleviare il dolore».

Se dopo aver letto queste sue frasi quel che rimane è la curiosità, piuttosto che “l’antipatia”, approcciatevi con entusiasmo a questo performer che si fa trasformista affacciandosi dalle tende che riempiono la scenografia multicolore.

E’ possibile acquistare i biglietti dello spettacolo presso la biglietteria del Teatro Titano da martedì 9 marzo fino alla data della rappresentazione, ogni pomeriggio, dalle ore 16,30 alle ore 20,30, oppure con carta di credito, telefonando in biglietteria o collegandosi al sito : www.sanmarinoteatro.sm Per informazioni : biglietteria Teatro Titano tel. 0549 88 2416

Ufficio attività sociali e culturali

Ufficio stampa – Tel 0549 88254

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com