VENTURINI PRENDE POSIZIONE SULL'AMPLIAMENTO DEL CIMITERO DI CITTA'

  • Le proposte di Reggini Auto

  • In riferimento alla Variante al Piano Particolareggiato della Zona Servizi Montalbo relativa alla costruzione di nuovi loculi cimiteriali – pratica prot.n.CPT/12 – esaminata dalla Commissione per le Politiche Territoriali nella seduta del 17 giugno 2008, con la presente, sono a comunicare quanto segue.
    In via preliminare, si rappresenta come gli Uffici competenti, mediante varie comunicazioni scritte, nonché le Giunte di Castello di San Marino Città e di Borgo Maggiore, durante i vari incontri istituzionali, abbiano rilevato l’estrema importanza di un intervento immediato di ampliamento della struttura cimiteriale sita in località Montalbo in quanto la medesima al momento, non dispone di un numero di loculi sufficienti a sopperire alle necessità della popolazione. L’On.le Congresso di Stato con delibera n.35 assunta nella seduta del 15 Ottobre 2007 ha, quindi, autorizzato l’affidamento di apposito incarico professionale all’Arch. Leonardo Simoncini per la progettazione dell’ampliamento della suddetta opera pubblica.
    In seguito, la Commissione per le Politiche Territoriali nella seduta del 23 Gennaio 2008 ha deliberato di modificare il Piano Particolareggiato della Zona per i Servizi Cimiteriali di Montalbo per prevedere l’ampliamento delle attuali disponibilità dei loculi. A tal fine, ha adottato apposita delibera di orientamento con la quale è stato individuata l’ubicazione dell’intervento di ampliamento prescrivendo di ridurre al minimo la costruzione di nuovi volumi edilizi e di attuare interventi per la mitigazione dell’impatto ambientale.
    In data 17/06/2008 la Commissione per le Politiche Territoriali ha, quindi, approvato l’intervento di ampliamento del Cimitero di Montalbo adottando il progetto di variante al P.P. e, di conseguenza, recependo le indicazioni progettuali elaborate dal tecnico incaricato in conformità agli orientamenti espressi dalla Commissione medesima con la sopra menzionata delibera di orientamento del 23 Gennaio 2008.
    I tecnici progettisti incaricati dall’On.le Congresso di Stato hanno, pertanto, provveduto a trasmettere lo screening ambientale previsto dalla normativa vigente ed il Comitato Tecnico Scientifico, nella seduta del 12 marzo 2009, ha adottato il progetto dettando numerose prescrizioni concernenti l’esecuzione di significative opere di mitigazione ambientale.
    Il progetto è ora in attesa del parere della Commissione per la Conservazione dei Monumenti e degli Oggetti di Antichità e d’Arte in quanto – quantunque l’intervento non ricada all’interno della cinta muraria del Cimitero di Montalbo avente valore monumentale – si è ritenuto, consapevoli della particolare pregevolezza del sito interessato, di sottoporre la proposta progettuale ad un Organo qualificato al fine di garantire la tutela del valore storico ed architettonico del complesso cimiteriale.
    Dalla disamina della cronologia sopra descritta relativa alle fasi di approvazione del progetto contestato dalla Associazione Micologica Sammarinese, non può, tuttavia, non scaturire un quesito. Perché l’Associazione Micologica Sammarinese, che oggi si è dimostrata estremamente “attenta” e “puntuale” nel censurare l’intervento di ampliamento del Cimitero, non si è, con altrettanta sollecitudine, premurata di presentare, nei tempi e con le modalità consentite dalla legislazione in materia, apposito ricorso o, quanto meno, osservazioni concernenti il progetto ora additato come un “pugno in un occhio”?
    Segreteria di Stato per il Territorio, l’Ambiente, l’Agricoltura ed i Rapporti con l’A.A.S.P.