Vescovo Turazzi al Santuario di Valdragone per per implorare l’intercessione di Maria perché cessi l’epidemia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  •  

    Rendo pubblica, attraverso i media che riesco ad attivare e attraverso i mezzi di comunicazione che vorranno ospitare la voce del Vescovo, che intendo aprire oggi, domenica pomeriggio ore 18.30, le porte del Santuario di Valdragone dedicato al Cuore Immacolato di Maria per una statio quaresimalis di preghiera. Troverò porte chiuse, ma le aprirò per entrare. Non vi saranno cortei o assembramenti. Entrerò solo, ma per testimoniare la fede del mio popolo sammarinese – che in questi giorni è unito in preghiera con il Santo Padre -, per implorare l’intercessione di Maria perché cessi questa epidemia e perché sappiamo resistere con responsabilità alle restrizioni necessarie. Spero che le autorità comprendano il valore di questo gesto che non vuole essere una sfida, ma semplicemente una presa di posizione.  Vorrei non mettere in imbarazzo la gendarmeria: entrerò comunque.  Stessa preghiera voglio innalzare al santo Patrono Marino, inginocchiandomi davanti alla sua reliquia e, con la reliquia, impartire la benedizione su tutta la Repubblica e la Diocesi lunedì 30 marzo alle ore 18.30. Da casa è possibile seguire in streaming questi eventi e partecipare alla preghiera. Lasciando le chiese richiuderò la porta, per obbedire alla nostra coscienza. Durante la settimana questo pellegrinaggio continuerà sui luoghi cari alla spiritualità feretrana.

    + Andrea Turazzi