Violenza donne: gen. La Gala, vittime si rivolgano a Cc

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – NAPOLI, 22 NOV – “Il comando provinciale carabinieri
    di Napoli è da sempre in prima linea per la tutela delle fasce
    deboli. E’ per questo che il mio instancabile invito è quello di
    rivolgersi a noi, di affidarsi ai Carabinieri delle numerose
    Stazioni e tenenze distribuite su tutto il territorio della
    provincia di Napoli”: lo dice, in vista della Giornata mondiale
    contro la violenza di genere, il comandante provinciale dei
    Carabinieri di Napoli, generale di Brigata Canio Giuseppe La
    Gala.
        “Le vittime si sentono spesso sole, isolate, schiacciate dal
    peso di una sofferenza mai espressa. Il nostro obbiettivo è
    invertire questa tendenza, accompagnando – con il coordinamento
    dell’Autorità Giudiziaria e la collaborazione dei Centri
    antiviolenza – le vittime in un percorso ‘guidato’ di tutela”.
        In vista della giornata, il Comando Provinciale Carabinieri di
    Napoli traccia un bilancio dell’attività di contrasto ad un
    fenomeno “particolarmente sentito e combattuto dall’Arma”.
        Undici arresti, tre denunce a piede libero, due divieti di
    avvicinamento notificati e sette denunce raccolte, solo dal
    primo novembre ad oggi. Per sei volte i carabinieri – grazie al
    lavoro del 112 – hanno salvato vittime di violenze in cerca di
    aiuto, arrivando tempestivamente sul posto. Tra questi il caso
    di una donna di Portici. E’ lì che carabinieri hanno arrestato
    per maltrattamenti in famiglia un 68enne del posto. Aveva
    intenzione di picchiare la moglie, ha tentato di colpirla con un
    pugno in pieno viso ma i militari – attivati dal 112 – lo hanno
    bloccato e arrestato prima che potesse farle del male. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte