ABI: Draghi, occorre mutare passo su riciclaggio

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Idiocracy film

    Flicker movie House of Wax divx The Thin Man Goes Home divx

    Men of Honor video Nel 2008 la Banca d’Italia ha assunto direttamente le responsabilità in materia di controlli antiriciclaggio che prima spettavano all’Ufficio italiano dei cambi.
    Collaborazione con la magistratura e con la Guardia di finanza sono fondamentali per il successo dell’Unità di informazione finanziaria (UIF), a cui la Banca d’Italia destina risorse adeguate all’impegno sempre crescente.
    I controlli antiriciclaggio rientrano ormai sistematicamente nelle ispezioni della Banca d’Italia. Nel 2008 Vigilanza e UIF hanno realizzato accertamenti su 191 tra banche, SIM, SGR e altri intermediari finanziari. Sono emerse mancanze ricorrenti nel rispetto puntuale della normativa: verifiche insufficienti della clientela, registrazioni incomplete negli archivi aziendali, processi carenti di valutazione delle operazioni anomale, scarsa formazione del personale, metodologie di controllo troppo poco incisive.
    Sanzioni, richiami, le numerose denunce all’autorità giudiziaria dimostrano che le banche sottovalutano la necessità di un assoluto rispetto delle norme, di un rigoroso adempimento degli obblighi a loro carico. Occorre mutare passo. Qeusto il monito del governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, nella sua Relazione all’assemblea annuale dell’Abi.
    Gli organi societari devono farsi carico dell’adeguato funzionamento dei sistemi di contrasto al riciclaggio. Gli organi di controllo hanno specifiche responsabilità di cui sono chiamati a rendere conto, anche in sede ispettiva.
    Nel 2008 le segnalazioni di operazioni sospette all’UIF (circa 14.600) sono cresciute del 16 per cento rispetto all’anno precedente; nel primo quadrimestre del 2009 vi è stato un ulteriore, forte incremento (50 per cento circa) rispetto a un anno prima.

    fonte: teleborsa.it

    Rise dvdrip