Ahmadinejad torna in Iran “Accolto come un eroe”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La Bbc riporta che ad aspettare il presidente all’aeroporto di Teheran c’era un folla di persone che gli hanno riservato un caloroso saluto

    Dopo aver pronunciato ieri a Ginevra un discorso contro Israele, il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad è stato accolto trionfalmente in patria. Come riporta il sito web della Bbc, ad aspettare il presidente all’aeroporto di Teheran c’era un folla di persone che gli hanno riservato un caloroso saluto .
    Ieri Ahmadinejad ha monopolizzato l’attenzione alla Conferenza Onu sul razzismo di Ginevra (Duban 2), criticando l’istituzione di “un governo razzista” in Medio Oriente dopo il 1945. “Dopo la fine della seconda guerra mondiale – ha detto – (gli Alleati, ndr) sono ricorsi all’aggressione militare per privare delle loro terre una nazione intera sotto il pretesto delle sofferenze degli ebrei”. “Hanno inviato degli immigrati dall’Europa, dagli Stati Uniti e dal mondo dell’Olocausto per istituire un governo razzista nella Palestina occupata”, ha quindi aggiunto il presidente iraniano, con chiaro riferimento alla costituzione dello Stato di Israele.
    Le parole di Ahmadinejad hanno suscitato le dure proteste dei delegati europei, che hanno abbandonato la Conferenza, già boicottata da Israele, Stati Uniti, Canada, Germania e Italia.