ANONIMATO E SEGRETO BANCARIO NON SONO ESSENZIALI PER SVILUPPARCI…comunicato E.C.S.O.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Si parla di una possibile, anche se remota, richiesta di annullare il differenziale fiscale che esiste tra Italia e San Marino.

    Nessuno può obbligarci a torgliere la sovranita fiscale (cioè il differenziale) perchè equivale a togliere la sovranità ad uno stato.
    Noi crediamo che la richiesta
     sia solo legata al raggiungimento della trasparenza del sistema secondo standard ocse come sta succedendo in tutta europa con i piccoli stati.
    Invece il concetto di negoziare la trasparenza bancaria e l’anonimato sull’azionariato societario con la possibilità di vendere fondi e/o prodotti di investimento in italia ed europa ha un potenziale enorme… stiamo parlando di un industria di decine di migliaia di persone… se avvenisse, noi crediamo che gruppi come unicredit o azimut potrebbero facilmente pensare nell’arco di qualche anno di spostarsi a San Marino dal Lussemburgo o dall’Irlanda.
    Oggi non è possibile vendere fondi di San Marino in Italia o in Europa ( in gergo si dice che non hanno il passaposto europeo ) e per questo motivo il mercato dei fondi sammarinesi è ristretto ai fondi ‘offshore’ ( esempio: se hai i soldi nelle isole Cayman puoi investire a San marino senza problemi e viceversa ),  ( pero il mercato ” offshore su offshore” è estremamente competitivo e chiuso, ci troviamo a competere con paesi come le isole Cayman o le British Virgin Island, che hanno un tradizione decennale nell’industria e infrastrutture 10 volte piu sviluppate) o al mercato sammarinese.
    Un apertura europea aprirebbe un mercato centinaia e centinaia di volte piu grande e renderebbe lo sviluppo di San Marino piazza finanziaria molto piu facile.
    Il mercato vero non è quello dei paesi “offshore”,  ma quello continentale, che vale centinaia di miliardi di euro.
    Se si riuscisse ad accedere a questo mercato si aprirebbero delle opportunità enormi per il nostro sistema e si attirerebbero investitori internazionali.
    Se san marino riuscisse a trattare il problema in modo vincente, avere la possibilità di operare nel libero mercato europeo ( possibilità che oggi non c’è ), e avendo imposte più basse di molti altri paesi, attirerebbe forti interessi internazionali.
    Molte banche Italiane quando decisero di spostare ( 10 anni fa ) centinaia di dipendenti in Irlanda o Lussemburgo, lo fecero solo per una questione fiscale e si accollarono fior di indennità.

    E.C.S.O.

    Uff. Stampa.