Assessore E-R, anche da noi c’è un picco consistente Covid

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BOLOGNA, 09 OTT – “Oggi anche in Emilia-Romagna
    abbiamo toccato un picco consistente, come a livello nazionale.
        Erano alcune settimane che riusivamo a tenere bassa la
    circolazione del virus ed eravamo in grado di identificarlo in
    maniera veloce, e oggi siamo comunque nella condizione di aver
    identificato quasi la meta dei 276 casi come asintomatici”. Lo
    ha detto l’assessore alle Politiche per la Salute
    dell’Emilia-Romagna, Raffaele Donini, durante un aggiornamento
    su Facebook della situazione Coronavirus. “Tra le regioni che hanno avuto un incremento consistente,
    siamo ancora tra quelle meno colpite. Quello che è importante è
    il rapporto tra il numero dei tamponi e i casi, noi abbiamo una
    media di 10mila tamponi al giorno di 2mila test sierologici”, ha
    spiegato l’assessore.
        “L’Emilia-Romagna non è un’isola, è stata una delle prime
    regioni ad avere una diffusione massiva del virus. Oggi dobbiamo
    fare di tutto affinché si rimettano i numeri in condizione di
    non far circolare il virus e non tornare a pressare gli
    ospedali”. Donini ha poi sottolineato che “tra panico e
    indifferenza c’è una terra di mezzo fatta di responsabilità,
    senso civico e da quella prudenza che ci deve far vivere con
    questa pandemia in corso. Ce la faremo – ha concluso -, non
    sappiamo se questa è la seconda ondata o un picco epidemico
    invernale, certo è che abbiamo più strumenti per vincere questa
    sfida”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte