Banco Popolare esce dal Gruppo Delta

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ieri gli azionisti Onda e Sviluppo Investimenti Estero (espressione, rispettivamente, del management del Gruppo Delta e della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino) hanno raggiunto con il Banco Popolare l’accordo volto a consentire il disimpegno del Banco dalla compagine sociale. Lo si legge in un comunicato.
    Da tempo, infatti, il Banco Popolare, nell’ambito delle mutate strategie e del variato mercato di riferimento, aveva manifestato l’intendimento di definire la propria posizione azionaria nel Gruppo Delta, con il quale, peraltro, proseguono le relazioni in corso.
    L’accordo prevede la cessione da parte del Banco del 13,293% di Delta Spa, pari a n. 14.140.026 azioni, ad un prezzo di 3,1 euro per azione per un controvalore complessivo di 43,834 milioni di euro, salvi i diritti di prelazione dei soci.
    L’accordo comporterà, per il Gruppo Banco Popolare, la rilevazione di una plusvalenza netta pari a 3,5 milioni di euro ed un impatto positivo sui ratios patrimoniali consolidati di 3 punti base sul core tier 1 ratio e di 3 punti base sul tier 1 ratio.

    La Repubblica
    Affari & Finanza
    www.repubblica.it