Caso Buriani, il PSD interpella il governo

  • Le proposte di Reggini Auto

  • San Marino – Questa mattina il Consigliere Claudio Felici presenterà alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto: “In considerazione della situazione verificatasi con le dimissioni del primo dicembre scorso del Commissario della Legge Alberto Buriani e successivamente ritirate il 19 dicembre vista la delibera n. 45 del 15 dicembre scorso in cui il Congresso di Stato “prende atto
    per quanto di competenza, delle dimissioni e della conseguente cessazione dell’incarico del Commissario della Legge dott. Alberto Buriani… manda al Magistrato Dirigente del Tribunale Unico e all’Ufficio Generale Contabile per gli atti di competenza in merito al riconoscimento dei congedi eventualmente non goduti e alla data di effettiva cessazione dell’attività…”
    ascoltate nel frattempo le contraddittorie espressioni di esponenti del Congresso di Stato che in merito alla vicenda hanno dichiarato:
    ”..ci sono delle scadenze da rispettare in attesa di Moneyval e ognuno deve fare la sua parte: la giustizia, la politica, l’industria, le finanze; il rientro di Buriani per noi è di certo un fatto positivo…..questo fatto fa respirare aria nuova in tribunale, non solo nell’organizzazione del lavoro ma anche nei rapporti tra magistrati”,
    e successivamente:”..la questione della giustizia sta cominciando a far venire fuori delle vecchie incrostazioni, vecchie ruggini e vecchie fazioni… il problema è molto ingigantito e la funzionalità del tribunale non dipende dalla permanenza o meno del Commissario Buriani.”
    ascoltate le reiterate dichiarazioni del Presidente della Commissione Affari di Giustizia e di altri rappresentanti dei partiti di maggioranza interpello il Governo per conoscere:

    – qual’è la propria posizione sulla vicenda, alla luce delle diversità di posizioni espresse,
    – se intende intraprendere iniziative e quali, in corrispondenza ai contenuti della citata delibera, per assicurare al Paese la piena funzionalità della Giustizia e del Tribunale in un passaggio particolarmente delicato, alla luce della assoluta e necessaria efficienza del sistema, in particolare per quanto riguarda la solidità e l’affidabilità delle indagini finanziarie.

    Gruppo Consiliare dei Socialisti e dei Democratici
    Comunicato Stampa