Caso Siri. La telefonata di Ambrogio Rossini, patron di BAC a Giornalesm: ”Vuoi che il senatore Armando Siri non ci ridà in 10 anni i soldi prestati?”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Prima parte: https://giornalesm.com/san-marino-ambrogio-rossini-telefona-al-giornalesm-siri-e-disposto-sin-da-subito-a-firmarci-la-fideiussione/

    Quindi Ambrogio Rossini ha telefonato al nostro direttore Marco Severini, precisamente la telefonata è arrivata da un nostro conoscente, il dott. Bugli, che ha fatto da ponte e ci ha passato il patron della Banca Agricola Commerciale Sammarinese.

    Rossini voleva un appuntamento con il nostro direttore che, molto impegnato, faceva fatica a darglielo e così si è ”aperto” al telefono ed è stato un fiume in piena.

    ”Ti voglio dare degli spunti per riflettere sulla questione Siri-Banca Agricola” ha esordito Rossini. ”Ora Siri è pronto a darci la fideiussione, addirittura i soldi! Ma io i soldi non li voglio indietro! Basta la fideiussione della palazzina, c’è una delibera ma i miei per rispetto – a te ti dico tutta la verità e fanne l’uso che vuoi e mi puoi anche ammazzare. L’ipoteca di Siri costava 27.000 euro ed i miei per rispetto nei suoi confronti, per non fargli spendere dei soldi, non l’hanno voluta.  Domani (quindi oggi ndr) i miei avranno la fideiussione; è disposto anche a darci i soldi indietro! ”

    Domanda: Chi è il politico che vi ha caldeggiato la concessione del mutuo a Siri? Marco Podeschi?

    Risposta di Rossini: ”Marco Podeschi è un …., glielo puoi anche dire! Io non voglio più parlarci. Mi dispiace che mi hai fatto questa domanda”

    E’ la domanda del momento: chi è il politico?

    Lascia perdere, ti voglio dire di Siri. Allora Siri è pronto a rifarci i soldi, ma i soldi indietro non li voglio e mi basta l’ipoteca.

    Ma ti voglio dire un’altra cosa. Se io vado nel parlamento e guardo ai soldi che ho dato ai politici come artigiani, commercianti imprenditori … ti voglio far dei nomi come Ciccio Mazzetta, tanti soldi che non li prendiamo più!

    (in sostanza Rossini vuol dire che ha concesso prestiti all’attività lavorativa anche di consiglieri e politici in genere che sono artigiani ed imprenditori ndr non che li abbia dati per corromperli. ndr)

    Dice per la sua attività imprenditoriale?

    Bravissimo. Qualcuno vuole fare un’interpellanza su Siri e su Banca Agricola, se stiamo a guardare la maggioranza dei consiglieri sono stati finanziati per le loro attività da Bac e dalle banche sammarinesi, ma ti rendi conto? Questo devi dire nel tuo giornale. Va tutto bene, la Banca Agricola sarà stata leggera – tanto ora viene fuori tutto quanto – ma l’80% dei parlamentari sammarinesi sono artigiani, commercianti, imprenditori se non accedono più’ alle banche come fanno a vivere?

    Ho capito, lei vuole dire se distruggiamo tutto il settore bancario crolla tutto San Marino!

    Fai un bell’articolo, sei un uomo forte …. no no sei un testa di ….. (ridendo ndr)

    Grazie

    Però sai fare il tuo mestiere. Ognuno facciamo il nostro!

    Faccio il mio mestiere: Quale politico ha sollecitato il prestito a Siri? Non è vero?

    Ma tu scherzerai.

    Non è vero?

    L’Espresso sono tutti comunisti! anche se a me non interessa! Bisogna guardare alla sostanza, qui vogliono fare tutti i paladini, tutti i politici vogliono fare i paladini ma i paladini non ci sono! Una banca deve dare via i soldi, ed a volte è più o meno leggera. Io caro Marco dovevo fallire due volte nella mia vita, nella mia storia c’è. Tu sai  la mia storia, in parte. La mia storia è tracciabile, l’ipoteca sulla mia casa non mi è stata messa. Nessuno me l’ha messa perché erano convinti che i soldi glieli davo indietro e gliel’ho ridati. Qui è stessa cosa, l’ipoteca non l’abbiamo messa per rispetto del personaggio. Per l’educazione che abbiamo, civile. Non tanto per la garanzia. Una persona così in 10 anni non ci da 500 mila euro? (ha detto 500 milioni ndr)

    (FINE SECONDA PARTE)