Champions, Allegri: “C’era pressione, ora serve equilibrio”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – ROMA, 14 SET – “Quando si gioca in Champions c’è
    sempre preoccupazione e attesa. Un debutto in trasferta, dopo i
    risultati non arrivati in campionato, provoca un po’ di
    pressione in più. I ragazzi, però, hanno giocato una buona
    partita sul piano tecnico, anche se nel primo tempo potevamo
    sfruttare meglio alcune situazioni. C’è da migliorare”. Così
    Massimiliano Allegri, allenatore della Juve, parlando a Mediaset
    dopo la vittoria a Malmoe in Champions.
        “I risultati condizionano il giudizio, ma bisogna essere
    bravi a mantenere l’equilibrio, sia nelle sconfitte, ma
    soprattutto nelle vittorie. Non subire gol è un buon segnale. Ho
    chiesto ai ragazzi di finire la partita senza subire gol, perché
    anche quello ti aiuta e ti toglie ansia. Szczesny ha disputato
    una buona partita, pari al suo valore. Era importante vincere,
    ora pensiamo alla prossima partita. Era importante vincere,
    altrimenti la striscia si allungava troppo. L’aspetto mentale è
    il 90% in tutti i lavori, nel calcio ancora di più. Quando lasci
    punti in campionato, come abbiamo fatto noi, giocando a tratti
    male, ma con errori di singoli in partite che avevamo in mano,
    ti fa vedere le cose in maniera negativa. Bisogna distinguere il
    risultato dalla prestazione”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte