COMUNICATO DEL CONGRESSO DI STATO DEL 03 AGOSTO 2009

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Nella sua ultima seduta prima delle ferie estive, il Congresso di Stato ha preso in esame alcuni provvedimenti che riguardano: a livello interno, gli aumenti contrattuali nel settore PA e gli interventi di viabilità e sicurezza sul territorio; a livello di politica estera, le trattative in corso nei rapporti bilaterali con numerosi Stati.

    Il Segretario di Stato agli Affari Interni, Valeria Ciavatta, ha informato la stampa circa la posizione del Governo sul rinnovo del contratto del pubblico impiego. Dopo aver comunicato che il Governo ha proposto alle OO.SS di portare l’indennità di perdita moneta al doppio dell’importo attuale per tutti i dipendenti interessati (e non solo per il settore poste), il Segretario Ciavatta ha spiegato la posizione dell’Esecutivo di applicare gli aumenti previsti dall’Accordo Tripartito (1,60% per il 2009 e 2,10% per il 2010) sulla paga base e sugli scatti e non invece sulle indennità di funzione. La spesa per gli aumenti delle indennità è di circa 300.000 € per il 2009 e di quasi 400.000 € per il 2010. Le indennità di funzione sono percepite da alcune categorie di dipendenti, soprattutto nella sanità, nella scuola e nell’AASS, e non sono percepite dai settori amministrativi. In questo momento di crisi economica che vede a rischio tanti posti di lavoro e di sofferenza per il bilancio dello Stato, per un calo delle entrate più consistente di quanto preventivato, il Governo ritiene doveroso adottare politiche di responsabilità e sostenibilità e richiama a ciò le Federazioni di Pubblico Impiego.
    L’aumento delle indennità non è più stato erogato dal 2001 ed invertire la scelta adottata negli ultimi rinnovi contrattuali proprio in questo momento di oggettiva difficoltà economico-finanziaria, non sembra corretto. La scelta dell’esecutivo, compatibile innanzitutto con il bilancio statale, vuole essere, come ha affermato la Ciavatta “una scelta di correttezza e coerenza, dal punto di vista etico, ma anche politico, anche nel rispetto di tutti quei lavoratori del settore privato che ogni giorno rischiano il posto di lavoro e di coloro che invece non beneficiano di alcuna indennità”.
    Il Governo si è dichiarato disponibile a considerare, in accordo con le OO.SS., la destinazione del risparmio del mancato aumento delle indennità: in parte al fondo ammortizzatori sociali, in parte alla riqualificazione professionale dei dipendenti pubblici e a progetti obiettivo di innovazione con il duplice scopo solidaristico e di efficienza.
    Qualche numero: il costo biennale del rinnovo del contratto di lavoro per il settore PA equivale a circa 5.433.000 €; se si considera anche la rivalutazione delle indennità, sempre su base biennale, si ha un ulteriore costo a carico dello Stato pari a 682.000 €.

    Per quanto riguarda il settore “territorio e ambiente”, il Congresso di Stato ha dato il via libera alla firma con la Banca di San Marino ed Ente Cassa di Faetano per la realizzazione di nuovi parcheggi dell’Ospedale di Stato, i cui lavori dovrebbero iniziare a dicembre 2009. Il primo ad essere realizzato sarà quello nell’area adiacente alla Casa di Riposo, semi-interrato con una capienza di 302 auto; un ulteriore parcheggio, questo interrato, è previsto vicino alla rotatoria dell’Ospedale, per 279 posti.
    Il Segretario di Stato al Territorio, Giancarlo Venturini, ha riferito in Congresso dell’inizio dei lavori al bivio di via Piana, il cui progetto era già stato riesaminato e ridimensionato al fine di un minore impatto ambientale. I lavori  cominceranno a fine agosto, mentre ad ottobre, al termine della stagione turistica, per 5/6 settimane la corsia in salita verrà chiusa al traffico e quella in discesa utilizzata in direzione mare-monte.
    Il Segretario Venturini ha infine elencato altri interventi che riguardano il miglioramento della viabilità e della sicurezza dei pedoni e che a breve prenderanno avvio: la costruzione del marciapiede lungo via Dominici (la strada che dall’Ospedale conduce alla Titancoop  e procede in direzione Valdragone) e l’ultimazione della II tranche dei lavori relativi al ponte di confine, prevista per la fine del mese di settembre. Nei prossimi giorni sarà inoltre preso in esame dall’Azienda di Produzione l’appalto dei lavori per il I tratto della Strada di Fondovalle, che dovranno essere avviati entro ottobre prossimo a completamento degli interventi nella zona, mentre in data odierna è stato dato l’incarico a dei professionisti per la progettazione esecutiva del II tratto della Strada cosiddetta di Fondovalle.

    Il Segretario di Stato agli Affari Esteri e Politici, Antonella Mularoni, ha fatto infine il punto sugli accordi bilaterali modello OCSE. Sono 2 quelli già firmati (con Belgio e Principato di Monaco); 3 quelli parafati con Libia, Ungheria e Grecia, per i quali il Governo ha già dato l’approvazione alla firma; e numerosi altri (con i Paesi nordici, con Andorra, con l’Isola di Man e con la Romania) in via di definizione. Ha quindi motivato “realistico l’obiettivo di sottoscrivere almeno 12 intese, fra accordi e TIEA, secondo il modello internazionale entro settembre prossimo”.
    Il Segretario di Stato Mularoni ha tenuto a precisare inoltre come, “contrariamente a quanto riportato da alcune testate giornalistiche, gli accordi non siano da firmare solamente con i Paesi cosiddetti “virtuosi”, ovvero inseriti nella lista bianca”.