Consegnati gli Abbracci 2019 di San Patrignano. Simona Ventura ha condotto la cerimonia di premiazione della comunità 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Questa mattina la 7° edizione della consegna del riconoscimento a 26 amici che negli anni hanno sostenuto la comunità e i suoi ragazzi

L’abbraccio è uno dei gesti attraverso i quali a San Patrignano si esprime solidarietà fra i ragazzi in percorso. Per questo da sette anni a questa parte è diventato anche il titolo dei riconoscimenti simbolici che la comunità assegna a tutti coloro che nel tempo gli sono stati a fianco. Un premio oggi assegnato per la settima volta, all’interno di un auditorium gremito dai 1300 ragazzi in percorso, dai volontari e da tanti amici storici della comunità.

“E’ un riconoscimento che per noi ha un significato speciale – spiega il presidente della comunità, Piero Prenna – Siamo davvero orgogliosi di dare il nostro abbraccio a tante persone che ci permettono ogni giorno di portare avanti il nostro impegno, lo stesso a cui diedero il via Vincenzo Muccioli e Gian Marco Moratti quando a fine anni ’70 trasformarono in realtà un sogno, dando concretezza a parole come altruismo, generosità e impegno. E’ proprio con un gigantesco abbraccio che nel 2018 abbiamo accolto 368 nuovi ragazzi di cui 20 minorenni. Ed è stato con un forte abbraccio che sempre nel 2018 abbiamo salutato 195 ragazzi che si sono reinseriti nella società”.

Una cerimonia davvero sentita dai presenti, che ha visto 26 premiati suddivisi in 7 categorie, magnificamente condotta da una presentatrice professionista come Simona Ventura, che non ha esitato un attimo ad accettare l’invito: “E’ stata una grande emozione e un onore per me. Qui si respira un’atmosfera speciale e ci si sente subito parte di una grande famiglia” ha affermato la conduttrice tv. 

Le categoria più numerosa è stata senza dubbio quella “raccolta fondi e supporter”, che ha visto la consegna dei riconoscimenti a Alessandra Marzari, presidentessa del consorzio “vero Volley” e grande sostenitrice di tante attività della comunità, da quelle sportive a quelle formative, così come di Dina Ravera, al fianco della comunità in importanti eventi. Assieme a loro, nella stessa categoria, l’Abbraccio è andato all’intero comitato organizzatore della cena di Roma a sostegno della comunità: Federica Barbaro, Mila Brachetti Peretti, Sandra Carraro, Jeanne Colonna, Daniela Memmo D’Amelio, Polissena Perrone, Patrizia Memmo Ruspoli, Rosellina Salini, Monica Sforza Cesarini, Luisa Todini, Osanna Visconti di Modrone, Martine Orsini e Moroello Diaz Della Vittoria Pallavicini.

Altra categoria molto numerosa quella relativa all’arte, che ha visto premiati Carlotta Marchetti e Edoardo Pedersoli per la vicinanza alla comunità e al progetto artistico “Collezione San Patrignano – Work in Progress” che entro il 2020 dovrebbe trovare sede permanente a Rimini. Oltre a loro il premio è andato all’artista Alessandro Busci che oltre a partecipare alla collezione ha dato vita ad un progetto artistico con i ragazzi delle decorazioni, e a Natalia Bianchi, architetto che da sempre apprezza e sostiene l’attività dei ragazzi impegnati nella realizzazione delle carte da parati.

Unico premiato nella categoria testimonial invece Oscar Di Montigny, amico della comunità che più volte ha incontrato i ragazzi della struttura facendosi promotore dell’impegno di  San Patrignano.

Nell’ambito della formazione è stato invece premiato il mastro panificatore Giuliano Pediconi, che da sempre affianca i ragazzi del forno della comunità, così come il riconoscimento è andato a Jean Paul Troili, che ha insegnato alle ragazze e ai ragazzi l’arte del ricevimento e della mise en place. Categoria strettamente collegata, quella del reinserimento sociale, dove il riconoscimento è andato a Cesare Francolini che ha aiutato la comunità ad arredare lo spazio San Patrignano all’Iper Portello di Milano, importante punto per favorire il ritorno nel mercato del lavoro dei ragazzi.

Nella categoria assistenza legale il riconoscimento è andato a Danilo Santoboni, avvocato che affianca la comunità nell’armonizzazione delle attività delle due cooperative, mentre in quella dedicata allo sport in questa occasione il riconoscimento è andato a Fausta Borghini ed Enrico Benedetti, allenatori del San Patrignano Running Team.

L’ufficio stampa.

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com