Coppa America: 53 positivi; Moreno, nostra vita vale niente?

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BRASILIA, 17 GIU – Il ct della nazionale di calcio
    brasiliana, Tite, ha detto di sperare che nessun giocatore si
    contagi con il Covid durante la Coppa America. Brasilia, dove
    domenica ha giocato il Brasile e domani l’Argentina di Messi
    affronterà l’Uruguay, ha 27 casi positivi ed è la sede più
    colpita finora dal coronavirus.
        “Sto facendo il tifo per non avere nessun caso di Covid-19
    tra di noi”, ha detto l’allenatore, oggi a Rio de Janeiro, dove
    la ‘Selecao’ affronterà il Perù, che ha invece registrato casi
    di positività al tampone tra alcuni membri della sua
    delegazione.
        Il Brasile ha debuttato domenica battendo 3-0 il Venezuela,
    che ha a sua volta 13 membri della sua delegazione in quarantena
    in un hotel di Brasilia. La partita si è giocata al Mané
    Garrincha, dove dieci dipendenti dello stadio sono risultati
    positivi, secondo il governo del Distretto Federale.
        Intanto il ministero della Salute brasiliano ha riferito che
    sono 53 i casi di positività segnalati finora, di cui 26 tra i
    giocatori e 27 tra membri di delegazioni e dipendenti che
    forniscono servizi per l’evento sportivo.
        Queste cifre hanno provocato la reazione via social, su
    Instagram, del centravanti e capitano della Bolivia, e del
    Cruzeiro, Marcelo Moreno, uno dei calciatori della sua nazionale
    risultati positivi e ora in isolamento in un albergo di Goiania
    anziché in campo. “Grazie a voi della Conmebol per questo. La
    colpa è totalmente vostra!!! – il post di Moreno -. E se muore
    una persona, che farete? A voi importa solo dei soldi. Ma la
    vita di un calciatore non vale niente?”. Oggi la Conmebol ha
    deferito Moreno, che ha cercato di scusarsi e rischia una
    pesante multa o anche una squalifica. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte