Coppa delle Regioni, la Nazionale B strappa un pareggio alla Francia

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il sogno della Nazionale B sammarinese nella Coppa delle Regioni continua da dove si era fermato. All’esordio nel turno intermedio in Francia, i biancoazzurri devono fare a meno di Manuzzi squalificato e Chiaruzzi infortunato. Manzaroli imposta un modulo 4-1-4-1, con Gatti unica punta e Francesconi centrale di difesa. Alla prima occasione i biancoazzurri, trovano la rete del vantaggio: punizione di Mariotti, tocco di testa di Bollini, che libera Gatti, traversa gol, ma il direttore di gara annulla per fuorigioco su segnalazione del guardalinee. L’ottimo momento sammarinese continua con la spunto di Negri che, dopo un buon controllo, si rende pericoloso calciando a lato. Nel primo quarto d’ora la Francia è solo in un colpo di testa di Richard, che tutto solo, da buona posizione trova pronto Macaluso. Poi è ancora Cristian Negri a trovare il corridoio giusto sul suggerimento di Bollini, ma il giocatore della Folgore non riesce ad agganciare.
    Al 18’ la Francia passa. Sul corner di M’Barki, la difesa biancoazzurra riesce a liberare, Biquet rimette al centro, trovando la deviazione di testa di Richard. Da una posizione quanto meno dubbia l’attaccante francese supera Macaluso.
    I padroni di casa crescono e allora provano a chiudere la partita sette minuti più tardi. Sulla palla in profondità, la difesa sammarinese è un po’ scoperta, Pitra arriva per primo sul pallone, Francesconi riesce a contenere il velocissimo giocatore transalpino e con l’ottimo intervento in angolo di Macaluso, il pericolo è scampato. La sensazione è che qualcosa stia cambiando, la Francia fa un po’ meno paura e la squadra di Manzaroli torna sui livelli dei primi minuti di partita.
    Al 38’ la rete del pari: Gatti calcia una punizione poco fuori, traiettoria perfetta sul palo del portiere che rimane completamente immobile.
    Nella prima parte della ripresa, la Francia è più aggressiva, ma mai veramente pericolosa. Allora capita anche di aver la palla buona per vincere la partita. Zaboul appena entrato, da il via ad una buona ripartenza sammarinese, conclusa con il tiro di Cibelli e dalla successiva paratona del numero uno francese. L’ultimo brivido arriva un minuto oltre al 90’ con una punizione dal limite che Macaluso respinge con i pugni. Ultima cosa di una partita tutta cuore, determinazione e volontà.