Domande inquetanti dalla madre di Niki Aprile Gatti

  • Le proposte di Reggini Auto

  • In seguito al contatto avuto su questo blog  (lafonte) con mamma Ornella, è un obbligo far conoscere questa storia nella quale ancora una volta è lo Stato a perdere.
    Una breve descrizione di come sono andati i fatti; ovviamente mamma Ornella siamo pronti a cancellare e a riscrivere se le informazioni non corrisponono alla verità.Niki Aprile Gatti era un giovane informatico, arrestato per truffa insieme ad altre 17 persone. Di mezzo c’erano i famigerati 899 a tariffa maggiorata. Utenti raggirati per una cifra complessiva di 10 milioni di euro, finiti in società off-shore.Incarcerato a Sollicciano, sembra che volesse raccontare la sua verità al giudice. Questo non è successo, perché Niki a giugno è morto in carcere, impiccato. Suicidio è la versione ufficiale. La madre e molti altri non credono a questa versione.

    Ora riporto un estratto del blog “un angelo chiamato Niki”:

    IO VOGLIO SAPERE:
    •Perché e come Niki è Morto.

    •Perché Niki incensurato, primo ingresso in un carcere, viene tradotto in un Istituto di massima sicurezza , Solliciano (Firenze) definito come uno dei carceri più duri d’Europa (con un Direttore definito “granitico-d’acciaio”)

    •Perché a Niki non viene concesso di fare la telefonata di rito alla famiglia (loro sostengono che Niki l’ha fatta, voglio vedere i tabulati telefonici, in quanto io non l’ho ricevuta, tant’è vero, che io sapevo che lui era nel carcere di Rimini e invece è stato subito portato a Sollicciano, ed io non l’ho mai più sentito dal giorno prima dell’arresto).

    •Perché a Niki è stato cambiato l’Avvocato contrariamente alla mia volontà.

    •Chi ha effettuato il telegramma a Niki dalla sua abitazione di San Marino in data 20 Giugno mentre lui era in carcere.

    •Perché a Niki è stato dato nel carcere il telegramma visto che lui era in isolamento.

    •Perché a Niki, essendo stato messo in cella con due detenuti ad “alta sorveglianza” che non potevano detenere i lacci perchéviolenti, invece i lacci sono stati lasciati (è cosa ovvia che gli altri due potessero usare quelli di Niki).

    •Perché Niki, avendo chiesto di essere messo in cella con persone “non violente” viene invece inserito proprio con due persone violente e ad “alta sorveglianza”.

    •Perché Niki, non viene tutelato essendo un primo ingresso in un carcere…

    •Perché sin dall’inizio si è sostenuto che Niki fosse andato ai “passeggi” ora dei passeggi 10.00/11.00 e quando è rientrato si è chiuso in bagno circa le 11,00 ed ha commesso il gesto (secondo la loro versione), e che alle 10.00 discuteva serenamente con un agente (verbale firmato dall’agente), ora di chiamata al 118 ore 11.20 e poi invece si scopre dall’autopsia che il decesso c’è stato alle ore 10.00???? con chi e dove ha parlato questo agente??? e dalle ore 10.00 alle 11.20 potevate salvare una vita umana???????

    NIKI ERA IN PIGIAMA NELLE FOTO…. NIKI NON E’ MAI USCITO DA QUELLA CELLA!!!!
    •Perché sono completamenti incongruenti i verbali rilasciati dai due detenuti in cella con Niki.

    •Perché nella cella non ci sarebbe neanche l’altezza necessaria per quello che voi sostenete essere accaduto?

    •Perché non si sono seguite le procedure e sono stata avvisata sul mio telefono cellulare da un’agente con voce metallica che mi dice:”Signora è il carcere di Sollicciano, brutta notizia, suo figlio si è suicidato”. Non mi è scoppiato il cuore Dio solo sa perchè….Perché non sono state seguite le procedure??? Me lo ha ribadito anche l’Ispettore Capo della Polizia di Avezzano,dovevano avvisare loro e loro si sarebbero fatti carico insieme ad una psicologa e assicurandosi che io avessi accanto la famiglia,di darmi la notizia. E invece…Perché??? e se avessi avuto una valvola cardiaca??? E se fossi stata in macchina????

    •Perché e chi ha “ripulito completamente” l’appartamento di Niki a San Marino dopo appena 15 giorni dal decesso??? Chi aveva l’interesse a far sparire TUTTO?

    •Perché nessuno risponde alle mie denunce fatte in ben 3 Tribunali 2 Italiani e 1 di San Marino??

    •Perché il Presidente Onorevole Giorgio Napolitano non mi risponde??

    •Perché gli Eccellentissimi Capitani Reggenti di San Marino non mi rispondono?

    •Perché i nostri Parlamentari non rispondono all’Interrogazione Parlamentare?

    •Perché il Tribunale di Firenze non risponde per l’Opposizione all’Archiviazione?

    •Perché sul sito di “Informacarceri” che presumo essere quello ufficiale, la morte di Niki, nonostante un procedimento di opposizione aperto presso il Tribunale di Firenze, viene (e da sempre) definita come “suicidio” e non “da accertare”???? C’è un procedimento legale in atto….

    E allora quanti “casi” ci sono come il mio in quell’elenco che noi leggiamo come “suicidio” e che non sono tali o comunque sono ancora in Tribunale per l’accertamento della reale causa di morte????

    Mio figlio è stato ucciso,
    voglio chiarezza e voglio risposte, è un anno e 18 giorni, voglio che qualcuno indaghi in quel carcere e fuori….voglio sapere perché e come è morto mio figlio, ho sempre rispettato lo Stato ed esigo lo stesso identico rispetto!

    Ho pianto, ho pregato, ho urlato, non c’è cosa che non abbia fatto, ora esigo “rispetto” per mio figlio, per me e per la mia famiglia. Oggi mio marito in preda allo sconforto mi ha fatto una e-mail e mi ha scritto: “lo Stato è stato…e ora non è più” mi sono fermata a riflettere, mi ha fatto davvero riflettere… poi mi sono detta: “e no, non può essere, non mi arrendo a questo, io ho educato due figli nel rispetto delle Leggi, dello Stato, famiglia onesta, lavorato,pagato le tasse, e no, NO, lo STATO non può prendermi un figlio e ridarmelo dopo 4 giorni fatto a pezzi e NON RISPONDERMI, QUESTO E’ TROPPO PER TUTTI!!!”

    Con la mia lettera all’Onorevole Presidente Giorgio Napolitano avevo anche invitato a sollecitare il Ministro Alfano a disporre un’ispezione presso l’Istituto Penitenziario di Sollicciano per capire cosa è successo a Niki e ora, a maggior ragione si dovrebbe fare visto che in quel posto si continua a morire….
    Sento sempre l’Onorevole Giorgio Napolitano invitare “al colloquio delle parti…”
    e il Suo colloquio Onorevole con le parti, con me, cittadina del suo Stato Italiano, di cui Lei è Presidente?????

    Leggo ancora sul Blog del “Sole 24 ore”: “…..sono presenti in Parlamento 20 condannati in via definitiva e 70 dei nostri rappresentanti sono stati indagati e/o condannati……”. Mi domando: “Ma queste persone lo conoscono lo stato delle carceri italiane? Sono a conoscenza, anche solo per …sentito nominare il carcere di Sollicciano? Ma non si preoccupano???”
    Loro siedono con aria condizionata e con lauti stipendi….. mentre mio figlio è lì…sotto 3 metri di terra con….una ipotesi di reato!!!

    E che fine hanno fatto:

    Art. 2.
    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.

    Art. 3.
    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    In quale oscuro meandro o cassetto sono finiti questi Articoli della nostra Costituzione Italiana? Italiani svegliamoci, non possiamo più vivere senza Diritto… e qui non si tratta solo di “Lodo Alfano” ma di un ampliamento e di una interpretazione massificata ed allargata dello stesso.

    NIKI AVEVA SOLO 26 ANNI INCENSURATO, MAI AVUTO PROBLEMI CON LA GIUSTIZIA

    A Niki

     

     

    http://laverafonte.blogspot.com/2009/07/niki-aprile-gatti.html