Doppia vita per l’albanese arrestato ieri a San Marino

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Cika Fatjon era uno dei più importanti componenti della banda di trafficanti internazionali di cocaina ed eroina, che riusciva a piazzare mensilmente chili di stupefacenti soprattutto a Modena e in molte altre città del centro e nord Italia.

    Ma a San Marino era pulito. In casa sua, gli uomini del Nucleo Antidroga della gendarmeria, guidati dal maresciallo Gabriele Gatti, non hanno trovato nè cocaina, né strumenti per il suo confezionamento.

    “Un tipo insospettabile – ha commentato il maresciallo -. In regola e con un normale lavoro, come carrozziere a Galazzano.

    Viveva da solo e casa sua era frequentata per lo più di notte; residente regolare, figlio di regolari residenti”. Insomma, una doppia vita, la sua