ECONOMIA – San Marino Card, in una settimana oltre 8 mila operazioni e 36 mila euro di ricariche

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Oltre 8 mila operazioni e 36 mila euro di ricariche: è il bilancio della prima settimana di attivazione della San Marino Card su cui la Segreteria di Stato alle Finanze e Bilancio fa il punto della situazione. Il Segretario di Stato Gabriele Gatti promuove il debutto della Smac, sia come quantità di operazioni effettuate che come numero di card consegnate ai consumatori “Va apprezzato lo sforzo dei partner del progetto, banche e associazioni degli operatori del commercio e del turismo, che si stanno adoperando – prosegue il Segretario di Stato – per una diffusione capillare di quello che ritengo un valido strumento per il rafforzamento del comparto turistico e commerciale e per la tutela dei consumatori e delle famiglie”.

    La Segreteria di Stato comunica poi che i flussi finanziari sono continuamente monitorati dai collaboratori tecnici e dai gestori del circuito tecnologico che stanno implementando sia i programmi di gestione che il sito (www.sanmarinocard.sm ), strumenti di controllo e di diffusione dell’informazione per utenti ed esercenti. Nessun tentativo di uso improprio delle card si è finora verificato: i controlli da parte dello Stato – l’unico possessore di tutti i dati, trattati in base alle norme vigenti – sono iniziati e proseguiranno, sia all’indirizzo dei possessori delle SMaC Card, sia degli esercenti.

    Da ieri, in coincidenza con l’attivazione della Smac anche nella grande distribuzione, si è di fatto registrata un’impennata del numero delle operazioni e dei relativi importi caricati. Per offrire assistenza più diretta agli utenti, nei prossimi giorni saranno presenti alcuni punti di informazione sull’utilizzo della San Marino Card nei centri commerciali e nelle grandi superfici.

     
    In dettaglio, ecco alcuni dati relativi alla prima settimana di uso delle card: le operazioni totali sono state 8.667, di queste 8.609 sono state quelle di ricarica, 58 i pagamenti, per un totale di importi ricaricati di 36.546 euro.
    Infine, malgrado alcune perplessità iniziali, fra gli esercenti si sta registrando un aumento progressivo delle adesioni. A riguardo, il Segretario di Stato Gabriele Gatti nelle prossime settimane porterà all’attenzione, prima del Congresso di Stato e poi dei partner del progetto, la richiesta di adesione dell’Unione Nazionale Artigiani Sammarinesi che rappresenta una delle strade di sviluppo della Smac, per farla così diventare uno strumento polivalente al servizio del cittadino.
    Ufficio Stampa del Congresso di Stato

    Comunicato Stampa