Europei: due feriti per paracadutista Greenpeace a Monaco

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – PARIGI, 15 GIU – Sono due le persone rimaste ferite,
    in modo leggero, per l’atterraggio non controllato di un
    attivista di Greenpeace che, 2′ prima del match dell’Europeo fra
    Germania e Francia, all’Allianz Arena di Monaco di Baviera, si è
    schiantato sulla tribuna per aver calcolato male la traiettoria.
        L’atterraggio dell’uomo, spinto da un’elica che si era fatto
    sistemare sulla schiena, ha creato il panico fra i presenti
    nella tribuna laterale, dove fra gli altri c’erano le riserve
    della Francia e i giornalisti della tribuna stampa. L’attivista
    ha urtato due persone con l’elica, che nell’incidente si è
    praticamente disintegrata. Il medico sociale dei ‘Bleus’, Franck
    Le Gall, si è precipitato a curare uno dei due feriti, fra cui
    un tecnico di un’emittente tv, colpito alla testa. L’altro
    ferito è stato portato via. L’attivista, la cui protesta sembra
    fosse diretta contro la Volkswagen, uno dei principali sponsor
    del torneo, è stato arrestato. Sul paracadute c’era scritto ‘Kick out oil’ (‘Fuori il petrolio’, ndr).
        L’Uefa ha parlato, in un comunicato, di “diversi feriti
    trasportati in ospedale”. Greenpeace, in un tweet, ha spiegato: “Questa azione non ha mai avuto l’intenzione di disturbare il
    gioco o di ferire qualcuno. Speriamo che nessuno sia rimasto
    ferito in modo grave. Le nostre azioni sono sempre pacifiche e
    non violenze. Purtroppo, non è andato tutto come previsto, ce ne
    rammarichiamo”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte