Europei: l’atalantino Gosens, vale la pena sognare

  • Le proposte di Reggini Auto

  • (ANSA) – BERGAMO, 19 GIU – “Träumen lohnt sich, vale la pena
    sognare”. È l’hashtag in tedesco che, rifacendosi al titolo
    della sua autobiografia, chiosa il post su Instagram di Robin
    Gosens, eletto Man of the Match UEFA dopo il 4-2 della Germania
    sul Portogallo a Euro 2020 in cui il laterale mancino
    dell’Atalanta ha propiziato il sorpasso sui due autogol nel
    primo tempo per poi servire a Havertz il terzo dei suoi e
    segnare il quarto di testa. “Che gol!! Che partita!!”, scrive
    invece il profilo ufficiale del club nerazzurro, che aggiunge un “Devastante” a commento del post del proprio giocatore: “Un
    giorno da ricordare – scrive Gosens in inglese, per poi
    continuare in tedesco -. Che risultato della Nazionale Tedesca
    oggi!!”. Svariati gli interventi di compagni atalantini ed ex: “Gosens dio del calcio (fussballgott)”, osserva Berat Djimsiti, “Macchina”, dal connazionale Lennart Czyborra ora al Genoa e “Grande” da Viktor Kovalenko, mentre la pagina della Adidas gli
    dedica una citazione sempre dalla sua autobiografia: “Ciò che
    importa è l’amore per il gioco abbinato ai sogni”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte