FINANZA – Gruppo Delta: la Estuari chiede più di 10 milioni di danni alla So.Pa.F.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Avevano minacciato di ricorrere alle maniere forti e così è stato. Estuari, società di partecipazioni finanziarie, ha ufficialmente depositato la denuncia nei confronti del gruppo So.Pa.F, che avrebbe gravemente danneggiando la società, tanto che negli atti depositati presso la magistratura ci sarebbe una richiesta di danni superiore ai 10 mln euro. La disputa legale, si legge su MF, ha per oggetto il gruppo Delta, partecipato dalla Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino e dalla stessa Estuari, che detengono la maggioranza assoluta, mentre le restanti quote fanno capo al Banco Popolare (13%) e proprio a So.Pa.F (15,9%). L’apice dello scontro tra i soci del gruppo Delta e’ arrivato nel corso dell’ultimo aumento di capitale, di complessivi 230 milioni, che era stato deliberato nel luglio 2007 dall’assemblea straordinaria della capogruppo in vista dell’assunzione della nuova veste di gruppo bancario.

    La ricapitalizzazione e’ stata perfezionata il 19 dicembre 2007, ma So.Pa.F non ha preso parte all’aumento. Estuari e Cassa San Marino hanno impugnato i patti parasociali sostenendo che l’opposizione di Sopaf alla ricapitalizzazione (che era obbligatoria secondo le norme di vigilanza e dovuta in quanto attuativa di un piano industriale approvato dal Cda), costituisce inadempimento del medesimo patto parasociale.

    Dow Jones Newswires

    Borsaitaliana.it